Economia 31 Ottobre Ott 2014 1816 31 ottobre 2014

Mps, tutti condannati per il caso Alexandria

  • ...

Giuseppe Mussari Il Tribunale di Siena ha condannato gli ex vertici del Monte dei Paschi per ostacolo all'Autorità di vigilanza per la vicenda della ristrutturazione dello strutturato Alexandria. Per i tre imputati, l'ex presidente Giuseppe Mussari, l'ex direttore generale Antonio Vigni e l'ex capo dell'area finanza Gianluca Baldassarri, il Tribunale ha stabilito una condanna di 3 anni e 6 mesi di reclusione ciascuno con l'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. L'accusa aveva chiesto 7 anni per Mussari e 6 per Vigni e Baldassarri. GLI AVVOCATI: FAREMO APPELLO. «Certo che faremo appello: un processo è come una partita di calcio, ci sono sempre tre risultati». Lo ha detto l'avvocato Franco Coppi, uno dei difensori dell'ex direttore generale di Mps, Antonio Vigni, dopo la condanna degli imputati nel processo per la ristrutturazione di Alexandria. «Non sono soddisfatto neppure quando vinco, figuriamoci quando perdo», ha aggiunto. «I testi comparsi in tribunale hanno dimostrato che Bankitalia era a conoscenza di tutta la vicenda relativa al mandate agrimeent». Lo ha detto Filippo Dinacci, uno dei difensori dell'ex capo area di Mps Baldassari, dopo la lettura della sentenza al processo di Siena. «Hanno dovuto anche cambiare capo di imputazione perché non riuscivano evidentemente a dimostrare l'ostacolo come evento ingannatore». Il suo collega Stefano Cipriani ha annunciato che: «leggeremo la sentenza e poi faremo appello». «Siamo molto sorpresi: nei confronti di Giuseppe Mussari non c'era nessun elemento di prova. Ricorreremo in appello e su questo siamo molto fiduciosi». Così l'avvocato Fabio Pisillo, uno dei legali di Mussari.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso