Economia 4 Novembre Nov 2014 1409 04 novembre 2014

il Manifesto lancia il crowdfunding per non morire

  • ...

il Manifesto in edicola il 4 novembre con l'editoriale di Norma Rangieri che invita i lettori al crowdsourcing.
Si chiama crowdfunding ed è, forse, il sistema finanziario più democratico che esita per per raccogliere denaro. Ha deciso du tilizzarlo Norma Rangieri, direttore del qyuotidiano il Manifesto che nell'editoriale pubblicato sul numero del 4 novembre fa un appello ai lettori e ai possibili finanziatori per riprendere in mano la testa che entro la fine dell'anno va all'asta. È l'ultimo anno a due anni dalla messa in liqudazione della testata. SERVE ALMENO UN MILIONE DI EURO «Dob­biamo, vogliamo for­te­mente diven­tare "padroni" (parola che sta­volta pos­siamo usare), di noi stessi. E quindi della testata che dal 28 aprile 1971 man­diamo ogni giorno, tranne il lunedì, in edicola» ha scritto Rangieri. Che ha chiesto ai lettori di diventare azionisti del proprio giornale con poco. Del resto, per aggiudicarsi la testata basta un milione di euro. «Il salto con l’asta è alto, per­ché deve arri­vare ad almeno un milione di euro. Al momento in più di tre­di­ci­mila ogni giorno andate in edi­cola e on line per acqui­stare il gior­nale e in ses­san­ta­mila ci leg­gete. Fate voi i conti di quanto cia­scuno dovrebbe donare per rag­giun­gere l’obiettivo. Noi li abbiamo già fatti: con una media di venti euro a testa pos­siamo farcela. E chissà: forse sotto l’albero del pros­simo Natale potrebbe esserci un grande, bel regalo per tutti».

Correlati

Potresti esserti perso