Economia 4 Novembre Nov 2014 1659 04 novembre 2014

Ubi colloca obbligazione da 1 mld

  • ...

Ubi Banca ha lanciato una obbligazione garantita con scadenza febbraio 2025. Gli ordini che in chiusura dell'offerta hanno superato la cifra di 3 miliardi di euro. Lo riferisce il servizio Ifr di Thomson Reuters, aggiungendo che il titolo verrà prezzato a 30 punti base sopra il tasso midswap. Una prima indicazione di rendimento era stata data questa mattina a 'high' 30 pb su midswap, poi rivista in area 35 pb. L'operazione è gestita da Imi, Barclays, Deutsche Bank, Ing, Lbbw e a Mediobanca. Il titolo - che avrà come sottostante mutui 'prime' residenziali italiani - ha rating atteso A2 da parte di Moody's e A+ da Fitch. Quella di Ubi Banca è la seconda obbligazione garantita lanciata in Italia dalla partenza del programma di acquisto di covered bond della Bce, dopo quella di Credem della settimana scorsa. EFFETTO BCE. L'istituto centrale ha già partecipato alla sottoscrizione del covered di Credem. La settimana scorsa la Bce ha acquistato covered bond per complessivi 3,075 miliardi mentre nella settimana precedente, la prima del programma, gli acquisti erano stati pari a 1,704 miliardi (ma nella prima settimana la Bce si è mossa solo sul mercato secondario) .  "L'operazione di Ubi non era in programma fino a venerdì scorso, è stata decisa all'ultimo, è possibile che ci sia una spinta dalla Bce che in pratica dice alle banche: uscite, io vi do supporto, invece che venire in rifinanziamento" afferma un banchiere non coinvolto nell'operazione odierna, ricordando inoltre come da oggi Francoforte sostituisce Bankitalia nella supervisione della liquidità degli istituti di credito.  "Certo, i livelli di mercato sono estremamente interessanti sul lato covered, ma lo erano già da un po' di tempo" aggiunge.  Prima di Credem e Ubi, l'ultima emissione covered da parte di una banca italiana risale alla fine dello scorso luglio, all'operazione da 500 milioni a cinque anni di Popolare di Sondrio.  In settembre, già dopo l'annuncio del piano d'acquisto covered bond da parte della Bce, il responsabile funding strategico di Unicredit Waleed El-Amir aveva dichiarato che nella parte restante del 2014 la banca non avrebbe probabilmente emesso più obbligazioni - senior o covered - a meno eventualmente di "qualcosa a fine anno" come pre funding per il 2015.

Correlati

Potresti esserti perso