Economia 5 Novembre Nov 2014 1805 05 novembre 2014

Piazza Affari chiude in rialzo +2,6%

  • ...

Piazza Affari Dopo la discesa delle ultime due sedute Piazza Affari, la migliore in Europa, chiude in deciso rialzo una giornata che ha visto acquisti diffusi in tutti i settori anche se il mercato rimane cauto sulla possibilità che il recupero della borsa possa proseguire.  Il quadro tecnico e fondamentale rimane precario e sarà difficile che domani la Bce possa annunciare ulteriori misure espansive, secondo gli operatori.  "C'è ancora molta perplessità sui mercati. Quello di oggi credo che sia più un rimbalzo tecnico dopo gli ultimi cali. Non vedo grandi aiuti dalla Bce", osserva un trader. L'indice FTSE Mib guadagna il 2,6%, l'AllShare il 2,32%.  Volumi per un controvalore di circa 2,9 miliardi di euro.  In Europa l'indice benchmark FTSEurofirst 300 sale dell'1,64% circa.  A Milano bancari ben comprati con l'indice FTSE Italia All-Share Banks in rialzo del 3,15% a fronte di +1,6% del paniere settoriale europeo.  "C'era stata una fuga degli investitori esteri dai bancari italiani e adesso qualcuno ritorna, ma rimangono ancora incertezze, prima fra tutti su Monte dei Paschi, anche se il titolo rimbalza", commenta un'operatrice. MPS TITOLO MIGLIORE DEL MERCATO. Mps è infatti il miglior titolo del FTSE Mib con +6,3% nel giorno in cui il Cda chiederà fino a 2,5 miliardi di mezzi freschi ai soci per coprire la carenza di capitale emersa dai test europei, secondo fonti bancarie. Tra gli altri bancari Pop Milano sale del 3,87%, Unicredit del 3,7% ; rialzi di quasi il 3% per Banco Popolare, Pop Emilia, Mediobanca. Fuori dal paniere principale prosegue il rally di Carige (+5,16%) sulle scommesse del mercato per l'arrivo di nuovi soci. BENE IL LUSSO CON YOOX. Nel lusso Yoox balza del 5,16% in attesa dei conti trimestrali che sono stati diffusi a borsa chiusa e che vedono un utile netto sui nove mesi in rialzo del 29,6%. Bene anche Generali (+2,56%) Telecom Italia (+3,44%) e Prysmian (+1,72%) in vista della pubblicazione dei risultati dei primi nove mesi.  Su Telecom Italia il focus del mercato resta rivolto sul consolidamento in Brasile. Azimut guadagna oltre il 5% dopo i dati sulla raccolta netta di ottobre pari a 734 milioni di euro. Enel sale del 3% nel giorno in cui ha annunciato l'intenzione di procedere con il collocamento di una quota fino al 17% di Endesa e che potrebbe lievitare fino a un massimo del 22%, inclusa in ogni caso l'opzione greenshoe. Gtech negativa (-0,55%) all'indomani dell'assemblea che ha approvato la fusione con Igt. Male Autogrill in fondo al FTSE Mib con un calo del 2,1%.

Correlati

Potresti esserti perso