Draghi 140902181210
MESSAGGIO 6 Novembre Nov 2014 1510 06 novembre 2014

Draghi: «Bce unanime su ulteriori misure anti-crisi»

Francoforte:  «Inflazione ancora sui livelli attuali». Bilancio Bce «ai livelli del 2012» .

  • ...

Mario Draghi.

La Banca centrale europea è «unanimemente» pronta a «ulteriori misure non convenzionali», anche se quelle già prese dovrebbero portare l'inflazione gradualmente verso il 2%. Il Consiglio di Francoforte ha «dato mandato allo staff della Bce di preparare ulteriori misure, se necessarie», con l'obiettivo dei 1.000 miliardi di aumento dei prestiti. Parola del presidente Mario Draghi, intervenuto in conferenza stampa dopo la decisione presa dall'istituto europeo di lasciare i tassi invariati. «Se rimaniamo entro il nostro mandato, possiamo usare una varietà di strumenti: se non si tratta di monetizzazione del debito, siamo entro il nostro mandato». Draghi ha così rilanciato le attese dei mercati per un quantitative easing (l'acquisto di attività finanziarie su larga scala) che si avvicina sempre di più.
INFLAZIONE STABILE. Per in numero 1 dell'Eurotower, d'altra parte, l'inflazione dell'Eurozona dovrebbe restare sui livelli attuali nei prossimi mesi, risalendo gradualmente nel 2015 e 2014. Ma gli sviluppi dei prezzi dovranno essere monitorati «attentamente» dalla Bce. Si è assistito, infatti, a un indebolimento della crescita e ci sono segnali che indicano una revisione al ribasso delle previsioni economiche. Il numero uno della Bce ha aggiunto che sulla crescita pesano l'alta disoccupazione e anche rischi geopolitici che frenano la fiducia.
DRAGHI SPAZZA LE POLEMICHE DEL BOARD. Grazie agli acquisti di covered bond e Abs e ai prestiti Tltro, la Bce si aspetta di far salire il suo bilancio «verso i livelli d'inizio 2012», ha detto ancora Draghi, dopo le indiscrezioni secondo cui tale indicazione quantitativa era stata oggetto di forti critiche nel Consiglio direttivo dell'Eurotower (soprattutto da parte della Bundesbank). «È abbastanza normale», ha concluso in risposta a una domanda sulle voci di una rottura con alcuni membri della Bce, «che vi sia disaccordo su alcune cose. Succede ovunque: la migliore risposta è il comunicato, che contiene notizie piuttosto importanti rispetto al passato, approvato e firmato all'unanimità».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso