Moodys 120723232711
ALLARME 10 Novembre Nov 2014 1215 10 novembre 2014

Moody's: «L'Italia rischia la crescita zero nel 2015»

L'agenzia di rating ha previsto un'espansione del Pil fra -0,5% e +0,5%. 

  • ...

Il logo dell'agenzia di rating Moody's.

Previsioni nere per l'Italia che rischia una crescita zero nel 2015.
È quanto è emerso dal rapporto 'Global Macro Outlook' di Moody's, che prevede per il 2015 un'espansione del Pil fra -0,5% e +0,5% nel suo «scenario centrale». Stessa prospettiva per il 2014, dopo che Moody's in ottobre aveva indicato un -0,3% per il 2014 e un +0,5% per il 2015.
CRESCITA UE ALLO 0,7%. Moody's ha previsto che la crescita europea si fermi allo 0,7% nel 2014, accelerando lievemente all'1,3% nel 2015 e 2016. Lo si legge in una nota dell'agenzia di rating, secondo cui la crescita globale non accelererà «significativamente» a causa del rallentamento della Cina, degli impedimenti strutturali nell'Eurozona e delle difficoltà di Brasile e Sudafrica.
BENE RIFORME IN ITALIA E FRANCIA. Nel suo rapporto sulla crescita mondiale Moody's ha comunicato anche che «le riforme economiche realizzate nei paesi 'periferici' e, più di recente, in Francia e Italia, avranno un impatto positivo ma graduale». Inoltre «nel breve termine, ci aspettiamo ulteriori aumenti della disoccupazione nei Paesi più deboli dell'Eurozona, come Francia e Italia, che indeboliranno i consumi e prolungheranno la situazione di crescita molto bassa».

Correlati

Potresti esserti perso