Economia 10 Novembre Nov 2014 1641 10 novembre 2014

Uil, Angeletti lascia il comando EDITORIALE Bonanni, Angeletti e l'odore dei soldi

  • ...

Carmelo Barbagallo Cambio di guardia ai vertici dell'Unione italiana del lavoro (Uil). Il segretario generale Luigi Angeletti si è dimesso. Successore, come ampiamente previsto, è Carmelo Barbagallo, attuale segretario generale aggiunto. Angeletti ha confermato il prossimo congresso Uil a Roma dal 19 al 21 novembre che eleggerà il nuovo consiglio confederale e voterà sulla proposta di Barbagallo nuovo segretario generale. BARBAGALLO: «PRONTI A SCIOPERO». «Se il governo non darà risposte nella legge di Stabilità sul pubblico impiego, sui pensionati e su altre richieste del sindacato, la Uil è pronta allo sciopero generale». A dirlo Carmelo Barbagallo, candidato alla segreteria generale della Uil, chiedendo alla Cgil di non decidere date dello sciopero nel comitato direttivo del 12 novembre. CHI E' BARBAGALLO. Barbagallo è nato il 12 maggio del 1947 a Termini Imerese in Sicilia. Sposato, ha 2 figli e 2 nipoti. Inizia a lavorare prestissimo, a 8 anni, nella bottega di un barbiere. Barbagallo ha cambiando diversi mestieri acquisendo «una grande esperienza del mondo del lavoro e dei difficili e conflittuali rapporti tra padrone e operaio» si legge nel curriculum diffuso dalla Uil. DALLA BOTTEGA AL SINDACATO. Da un negozio di barbiere a un pastificio, da una cooperativa ittica a un magazzino di smistamento postale, Barbagallo approda, infine, alla Fiat di Termini Imerese. Lo stabilimento diventa per lui, operaio specializzato, la fucina in cui si forgia all'attività sindacale. Lì inizia il suo percorso che, da delegato, lo porterà sino alla carica di Segretario generale della Uil Sicilia, una terra dove il mestiere di sindacalista spesso costa la vita. Le sue battaglie civili, in difesa della legalità, lo rendono un bersaglio della mafia. In particolare, dopo parole di verità pronunciate in occasione dei funerali del suo amico sindacalista della Uil, Domenico Geraci, assassinato a Caccamo nel 1998, viene fatto segno di gravissimi atti intimidatori: già in precedenza, peraltro, un colpo di fucile era esploso nella sua abitazione lasciandolo miracolosamente incolume. Nel giugno del 2000, con Angeletti Segretario generale, Barbagallo viene eletto in segreteria confederale nazionale con delega all'organizzazione. L'IDEATORE DELLA RIFORMA. In questa veste, a partire dalla Conferenza nazionale di Bellaria del 2012, ha ideato, progettato e avviato la riforma organizzativa della Uil, la cui completa attuazione è destinata a generare la nascita di un più snello ed efficiente "Sindacato a rete". A gennaio del 2014, il Consiglio confederale lo elegge Segretario generale aggiunto. Dei suoi 67 anni ama dire con ironia: "io non sono anziano, ho solo iniziato prima". EDITORIALE PAOLO MADRON Bonanni, Angeletti e l'odore dei soldi

Articoli Correlati

Potresti esserti perso