Thyssen 121016172600
VERTENZA 14 Novembre Nov 2014 1500 14 novembre 2014

Caso Ast, sindacati e governo «su posizioni comuni»

Svolta vicina dopo l'incontro al ministero. Guidi: «Clima più disteso». Nuova tappa il 18/11.

  • ...

Lo stabilimento Thyssen di Terni.

Per il caso delle acciaierie di Terni il futuo sembra meno nero.
Almeno appare questa la tendenza dopo il tavolo al ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza Ast.
SINDACATI: «CON GOVERNO POSIZIONE COMUNE». I sindacati metalmeccanici dopo l'incontro hanno spiegato che «dal confronto è emersa una posizione convergente del governo e delle organizzazioni sindacali sul mantenimento dell'attuale assetto produttivo dei due forni».
Inoltre, secondo quanto hanno dichiarato i sindacati «il governo ha chiesto all'Ast di togliere la pregiudiziale di 24 mesi».
GUIDI: «CLIMA PIÙ DISTESO». Il ministro Federica Guidi ha twittato così dopo il tavolo: «Clima più disteso oggi tra azienda e sindacati con il ministro Guidi. Nuova riunione martedì».
L'incontro ha affrontato i nodi sulla parte industriale del piano e «ha prodotto chiarimenti su alcuni punti che dovranno essere ulteriormente approfonditi e confermati martedì 18 novembre», hanno spiegato Fiom, Fim, Uilm, Fismic e Ugl in un comunicato congiunto.
PROSSIMO INCONTRO A MONACO. La prossima tappa, hanno ricordato, è «l'incontro di Monaco previsto per lunedì» in cui i sindacali «ribadiranno alla rappresentanza del board di ThyssenKrupp, le condizioni da realizzare per consentire il raggiungimento di una eventuale intesa».
ASSEMBLEE IL 19 NOVEMBRE. «Se tutto va bene», ovvero se gli incontri già fissati porteranno a delle risposte allora, «mercoledì 19 ci saranno le assemblee con i lavoratori per chiedere mandato sull'affondo finale».
Così il segretario nazionale Fiom, Rosario Rappa, sulla vertenza Ast.

Correlati

Potresti esserti perso