Sede Monte Paschi 141106182649
SIENA 14 Novembre Nov 2014 1346 14 novembre 2014

Monte dei Paschi, l'Agenzia delle entrate accusa la banca

Il fisco avanza richieste per centinaia di milioni di euro. Nel mirino l'operazione Chianti Classico.

  • ...

La sede del Monte dei Paschi di Siena.

Piove sul bagnato per la banca Monte dei Paschi di Siena. Dopo la bocciatura europea agli stress test, adesso è il fisco italiano che vuole vederci chiaro: nel mirino circa 300 milioni di euro per l'operazione immobiliare Chianti Classico, realizzata sotto la gestione Mussari-Vigni. L'Agenzia delle entrate ritiene che sia stato messo in atto «un disegno elusivo» dal parte del Monte, e ha invitato l'istituto a fornire chiarimenti.
TRE VERIFICHE FISCALI. Le richieste di natura fiscale dell'Agenzia sono in tutto tre: la prima riguarda la verifica fiscale condotta dalla Fiamme gialle sulle annualità 2008-2009, che si è chiusa lo scorso 18 settembre. Dall'indagine è emersa una pretesa da parte del fisco di circa 119 milioni di imposte (Ires) che non sarebbero state pagate, più gli interessi e l'eventuale sanzione. Una seconda contestazione corrisponde invece alla pretesa di circa 10 milioni di euro di Iva, più interessi e sanzione.
NEL MIRINO «PERIMETRO GESTIONE». La terza verifica è ancora in corso e rientra sempre nell'ambito dell'operazione Chianti Classico: riguarda la società Perimetro Gestione Proprietà Immobiliari, beneficiaria del ramo d'azienda conferito da Mps Immobiliare, recentemente inclusa nel consolidato civilistico. Le annualità sotto esame vanno dal 2009 al 2012, e l'Agenzia delle Entrate avrebbe secondo la banca informalmente prospettato alcune ipotesi di rilievo. Per una pretesa di circa 155 milioni di imposte, più interessi e sanzioni. Rocca Salimbeni ha fatto però sapere di ritenere «infondate» tali ipotesi.

Correlati

Potresti esserti perso