Bankitalia Dati 140509174409
CRISI 14 Novembre Nov 2014 1024 14 novembre 2014

Pil italiano ancora in rosso: nel terzo trimestre -0,1%

Tredici mesi in calo. Ritorno ai livelli del 2000. Ma il governo non si preoccupa.

  • ...

La facciata della Banca d'Italia.

Sembra non esserci luce alla fine del tunnel. L'economia italiana continua a contrarsi nel terzo trimestre 2014. Secondo le stime preliminari dell'Istat, il Pil è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dello 0,4% rispetto al terzo trimestre 2013. L'economia era rimasta ferma sullo zero nel primo trimestre 2014 ed era arretrata dello 0,2% nel secondo.
PIL ACQUISITO A -0,3%. Dopo tredici trimestri consecutivi di mancata crescita, cioè con una variazione del Pil negativa o pari a zero, siamo tornati «ai livelli del 2000».
Il calo congiunturale, secondo quanto osservato dall'Istat, è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura e dell'industria e di un aumento nei servizi. Dal lato della domanda, c'è un contributo negativo della componente nazionale (al lordo delle scorte), parzialmente compensato da un apporto positivo della componente estera netta.
FLESSIONE PREVISTA. Il dato trimestrale è stato corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato. Il terzo trimestre del 2014 ha avuto quattro giornate lavorative in più del trimestre precedente e lo stesso numero di giornate lavorative rispetto al terzo trimestre del 2013. Il calo registrato dall'Istat è sostanzialmente in linea con le aspettative degli analisti.
Il Pil acquisito per il 2014, quello che si otterrebbe cioè se nel quarto trimestre si registrasse crescita zero, è pari -0,3%.

Correlati

Potresti esserti perso