Patuelli 130219151341
CREDITO 18 Novembre Nov 2014 1500 18 novembre 2014

Abi, a settembre sofferenze bancarie salgono a 177 miliardi

Tassi sui nuovi mutui ai minimi dal febbraio 2011 (2,82%).

  • ...

Antonio Patuelli, presidente dell'Abi.

La crisi perdura e gli effetti sulle banche continuano a farsi sentire con un persistente aumento, sebbene a tassi più ridotti, delle sofferenze. A settembre, segnala il rapporto mensile Abi, le sofferenze lorde sono salite a 177 miliardi di euro dai 174 di agosto (+22% su base annua) mentre quelle nette sono passate da 79,5 a 81,4 miliardi.
SOFFERENZE RADDOPPIATE. L'Abi ha messo in luce come il rapporto sofferenze lorde su impieghi è del 9,3% a settembre 2014 (7,5% un anno prima; 2,8% a fine 2007), valore che raggiunge il 15,6% per i piccoli operatori economici (13,2% a settembre 2013; 7,1% a fine 2007), il 15,4% per le imprese (12% un anno prima; 3,6% a fine 2007) ed il 6,7% per le famiglie consumatrici.
Negli ultimi anni le sofferenze sono più che raddoppiate, sia in termini di numero di affidati che di ammontari.
A GIUGNO OLTRE 1 MLN AFFIDATI. In dettaglio, il numero di affidati in sofferenza è passato da 593.820 nel 2008 ad oltre un milione e duecento mila a giugno 2014, mentre in termini di ammontari le sofferenze sono passate da 41 miliardi a quasi 162,5 miliardi. Se si considera la classe di grandezza fino a 125 mila euro si può riscontrare che a giugno 2014 tale classe ha visto il raggiungimento di oltre un milione di affidati, più 465 mila rispetto a fine 2008.
TASSI SU MUTUI A I MINIMI. Le misure della Bce hanno fatto scendere i tassi sui nuovi mutui ai livelli di quattro anni fa.
Secondo l'Abi ad ottobre il tasso medio si è ridotto al 2,92% (2,99% il mese precedente).
Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese si è ridotto al 2,82% (il valore più basso da febbraio 2011).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso