Giancarlo Padoan 141016101339
MESSAGGIO 18 Novembre Nov 2014 1522 18 novembre 2014

Padoan: «Ue riconosca i nostri sforzi»

Il ministro del Tesoro: «Stufo di sentirmi dire che chiediamo soldi». E sul Jobs Act: «Sono ottimista».

  • ...

Pier Carlo Padoan.

Pier Carlo Padoan non ne vuole più sapere di rimbrotti. A chi gli chiedeva se fosse preoccupato per l'imminente giudizio Ue sulla manovra , il ministro del Tesoro ha dichiarato: «Mi aspetto che sarà riconosciuto lo sforzo anche qualitativo sul bilancio e sulle riforme strutturali». Padoan ha ribadito di non essere preoccupato, sottolineando «la forte complementarietà fra riforme e legge di Stabilità».
«SOSTENIAMO CRESCITA». E ancora: «La manovra coniuga il consolidamento di finanza pubblica e la crescita. È possibile fare una politica di finanza pubblica sostenibile sostenendo la crescita, il problema è di composizione. Prima di chiederci se i soldi bastano, bisogna chiedersi se vanno nel posto giusto. Io sono abbastanza stufo di sentirmi dire da eminenti colleghi ministri che si rivolgono all'Italia che dobbiamo dimostrare che i soldi li sappiamo spendere e non chiedere».
«PIL POSITIVO DAL 2015». «In base alle previsioni», ha proseguito, «l'anno prossimo il Pil tornerà ad avere il segno più. Nell'ultimo trimestre mi aspetto che il calo continui a diminuire, la macchina sta smettendo di scendere». E sul Jobs Act: «Sono ottimista, vedo che la determinazione del governo e del presidente del Consiglio di andare avanti è ferrea».

Correlati

Potresti esserti perso