Economia 18 Novembre Nov 2014 1749 18 novembre 2014

Profumo: danneggiati da Nomura

  • ...

Alessandro Profumo, presidente Monte Paschi di Siena Il Monte dei Paschi sta «rianalizzando» la richiesta di 750 milioni di euro di danni nei confronti della banca giapponese Nomura, presentata nel 2013 davanti al tribunale di Firenze. Lo ha comunicato il presidente della banca, Alessandro Profumo. L’istituto di credito nipponico è stato partner della banca senese per la ristrutturazione del derivato Alexandria, durante la precedente gestione di Rocca Salimbeni da parte di Giuseppe Mussari. «SIAMO STATI DANNEGGIATI». Profumo ha sottolineato come l'operazione di ristrutturazione del derivato Alexandria abbia creato, a suo giudizio, difficoltà alla banca. «Siamo convinti di essere stati danneggiati», ha detto il presidente, ricordando anche l'azione di responsabilità già avviata nei confronti degli ex vertici, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni. La banca senese ha avviato una seconda azione legale anche in un tribunale di Londra, chiedendo 1,5 miliardi di euro di danni a Nomura. NON CI SONO NUOVI SOCI IN VISTA. Per quanto riguarda invece la possibilità che arrivino nuovi soci strategici per Mps, oppure quella di procedere a un'aggregazione con altri istituti di credito, Profumo si è mantenuto riservato. «Non c'è nessuno in vista, solo processi su cui lavoriamo con intensità e in riservatezza», ha detto il manager.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso