Morando 141006184950
GOVERNO 19 Novembre Nov 2014 1059 19 novembre 2014

Bonus Irpef, Morando: «La platea non si tocca»

Il viceministro dell'Economia si oppone alle modifiche in commissione Bilancio.

  • ...

Enrico Morando, viceministro dell'Economia.

La platea di beneficiari del bonus da 80 euro non si tocca. Lo ha detto il viceministro dell'Economia, Enrico Morando, entrando in commissione Bilancio della Camera. «No», ha risposto alla domanda dei cronisti su un possibile ritocco.
Il 19 novembre la commissione dovrebbe iniziare a esaminare gli emendamenti sul bonus e probabilmente sul Tfr in busta paga.
STABILIZZARE L'INTERVENTO. «L'orientamento del governo è di mantenere la struttura del bonus con le caratteristiche della proposta originaria, sia in tema di entità che di beneficiari. La nostra proposta», ha aggiunto Morando aprendo la seduta della commissione, «è di stabilizzare l'intervento che ha già avuto applicazione nel 2014».
Sulla stessa linea del viceministro anche il relatore Mauro Guerra. «La linea del relatore», ha affermato entrando in commissione, «è quella di lasciare il bonus così com'è».
SEL CHIEDE L'ALLARGAMENTO. Molti emendamenti all'articolo 4 sugli 80 euro chiedono una revisione della platea. In particolare Sinistra ecologia libertà ha fatto propria una richiesta di modifica presentata da Stefano Fassina (minoranza Pd) per l'allargamento ai redditi più bassi con un programma di sostegno per l'inclusione attiva.
Per quanto riguarda il bonus bebè, invece, «siamo disponibili a modificare parzialmente la struttura», ha detto Morando, «in rapporto all'esigenza di renderlo più efficace per i minori poverissimi o in povertà assoluta».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso