Economia 19 Novembre Nov 2014 1049 19 novembre 2014

Generali, nessuna acquisizione in vista

  • ...

Mario Greco, amministratore delegato di Generali. Generali completerà entro fine 2014, quindi con un anno di anticipo, il piano di turnaround presentato a gennaio 2013 e presenterà il nuovo piano il 27 maggio prossimo, che non prevederà acquisizioni ma soltanto crescita organica.  Lo ha detto il Ceo Mario Greco in un briefing telefonico sull'Investor Day di oggi a Londra. SBLOCCO DEL VINCOLO SULLA CEDOLA. «Per fine anno ci aspettiamo che tutto il piano possa essere raggiunto e quindi accantonato. Il nuovo piano non prevederà acquisizioni. Stiamo lavorando a un piano che sarà basato sulla crescita organica», ha detto Greco. Il Ceo ha poi confermato che la compagnia può ora liberarsi dal vincolo di un payout sui dividendi del 40%. «Vedremo quale sarà l'utile netto dell'anno e cosa proporrà il Cda, ma possiamo pagare più del 40% già quest'anno», ha detto Greco. Il peggioramento delle stime sul quadro macroeconomico dei prossimi due anni, soprattutto per ciò che riguarda l'Italia, non complica particolarmente il lavoro del nuovo piano, ha poi sottolineato Greco. «Purtroppo siamo abituati. Abbiamo già lavorato in questo tipo di situazioni e quindi non prevediamo particolari difficoltà nel fare il piano dei prossimi anni», ha spiegato. «Ci auguriamo comunque che i governi europei riescano a ristabilire un processo di crescita per l'Europa». INTERESSE PER MERCATI EUROPEI ED EXTRAEUROPEI. Per ciò che riguarda i mercati su cui la compagnia punterà con il prossimo piano e concentrerà i maggiori investimenti, Greco ha sottolineato che Generali è interessata anche a quelli extra europei "ma per il portafoglio che abbiamo riusciamo a crescere in Europa». In una nota che prepara all'Investor Day, Generali ricorda che è in anticipo rispetto al piano anche sul target di aumento del Roe operativo al 13%, mentre ha già realizzato gli obiettivi di una Solvency I oltre 160%, della cessione di asset per circa 4 miliardi di euro e di un free surplus oltre 2 miliardi.

Correlati

Potresti esserti perso