Economia 19 Novembre Nov 2014 2047 19 novembre 2014

Le Fs valgono 6 miliardi

  • ...

Partito l'iter per la privatizzazione delle Ferrovie dello Stato. Sul mercato il 40%. La privatizzazione delle Ferrovie dello Stato muove i primi passi. L'iter che la porterà verso il mercato è iniziato il 19 novembre con la nascita di una task force tra ministero dell'Economia, dei Trasporti e tecnici della stessa Fs cui spetta il compito di mettere a punto le misure necessarie ad aprire il capitale della società e alla sua quotazione in Borsa. Ancora nessuna certezza sui tempi, ma verosimilmente l'approdo sui mercati dovrebbe avvenire entro il 2015 o al massimo agli inizi del 2016, con un orientamento prevalente a cedere il 40% della holding. PADOAN E LUPI LANCIANO L'OPERAZIONE Il campanello di avvio del processo di privatizzazione di Fs è stato suonato nel corso di una riunione cui hanno partecipato, oltre al ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, quello dei Trasporti Maurizio Lupi, i vertici delle Ferrovie, oltre che gli staff dei rispettivi ministri e gli uffici competenti. «Spero che la privatizzazione avvenga in tempi rapidi» ha auspicato il titolare di Via XX Settembre sottolineando che si tratta di una importante occasione per valorizzare un'azienda che ha dimostrato di essere motore di modernizzazione del Paese. E al ministro dell'Economia ha fatto eco Lupi secondo il quale la collocazione è un'occasione per accentuare la missione affidata a Ferrovie, compreso il mandato sul miglioramento del trasporto pubblico locale". AL TESORO ALMENO 6 MILIARDI DI EURO Secondo vecchi calcoli, l'eventuale cessione del 40% di Fs consentirebbe al Tesoro di incassare almeno 5-6 miliardi di euro. L'obiettivo ufficiale del Governo è di recuperare dalle privatizzazioni per le proprie casse lo 0,7% del Pil all'anno, circa 10 miliardi di euro, da destinare all'abbattimento del debito. Per quest'anno, però, molto probabilmente questo obiettivo non sarà raggiunto, ma l'ammanco si recupererà nel 2015, con le operazioni di privatizzazione che scavalleranno l'anno. In pista c'è ad esempio sempre l'ipotesi di cessione di una quota di Enel, per la quale non sono ancora state assunte decisioni sui tempi: tutto dipenderà dalle condizioni di mercato. Ad oggi le operazioni di privatizzazioni effettuate nel corso del 2014 sono state: Fincantieri (con un incasso di circa 300 milioni di euro), Cdp Reti (2 miliardi) e Ray Way (circa 300 milioni).

Correlati

Potresti esserti perso