Borsa 141016192137
MERCATI 20 Novembre Nov 2014 0900 20 novembre 2014

Borsa, Piazza Affari e spread: live del 20 novembre 2014

Milano chiude a -0,88%. Lo spread in rialzo a 150,4.

  • ...

Un operatore di Borsa.

Seduta negativa per Piazza Affari il 20 novembre, che solo grazie alle rassicurazioni di Mario Draghi sul futuro dell'euro è riuscita a ridurre un calo che si era fatto pesante. L'indice Ftse Mib ha chiuso con una perdita dello 0,88%, dopo aver toccato -1,6% in scia ai dati negativi sul fatturato dell'industria.
In rialzo Saipem (+3%), male i bancari con in testa Banco Popolare (-4%).
SPREAD IN RIALZO. In lieve rialzo lo spread, che ha chiuso a 150,4 punti (148 la chiusura di giornata di mercoledì 19 novembre) dopo la conferma della crisi dell'industria. Il rendimento del titolo decennale è al 2,30%.
TOKYO PIATTA. La Borsa di Tokyo ha chiuso piatta con un modesto rialzo dello 0,07% e l'indice Nikkei a quota 17.300,86 punti.

18.10 - SPREAD SOPRA 150. Lo spread Btp-Bund ha chiuso in lieve rialzo a 150,4 punti base, con un rendimento del decennale italiano al 2,30%.

17.34 - MILANO IN CALO. Piazza Affari ha chiuso in calo. Il Ftse Mib ha ceduto lo 0,88% a 19.209 punti.

16.48 - MILANO RIDUCE IL CALO CON DRAGHI. Piazza Affari, dopo che Draghi ha indicato che la Bce resta determinata a proteggere l'euro, ha dimezzato le perdite. Il Ftse Mib ha ceduto lo 0,78% a 19.227 punti. Sempre acquisti su Saipem (+3,8%) a cui si sono aggiunte Tenaris (+1,34%) e Prysmian (+0,92%). La peggiore delle blue chip è rimasta il Banco popolare (-3,13%) con Bper (-3,13%) e Bpm (-2,41%). Tra gli altri titoli Fca ha segnato un +0,21% e Generali un -0,06%. Lo spread è rimasto sotto i 150 punti.

15.33 - WALL STREET APRE NEGATIVA. Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,24% a 17.646,19 punti, il Nasdaq cede lo 0,40% a 4.656,44 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,3% a 2.043 punti.

15.32 - MILANO AMPLIA IN CALO: -1,6%. Borse europee sempre sotto pressione. A zavorrare i listini gli indici pmi dell'Eurozona e della Cina, risultati inferiori alle attese. E non offrono spunti al rialzo neanche i prezzi al consumo negli Usa sebbene sopra le previsioni. Lo Stoxx 600 perde così tre quarti di punto. Maglia nera è Madrid che flette di oltre il 2%. A seguire Milano che con il Ftse Mib cede l'1,62%. Male soprattutto i bancari con in testa Banco Popolare (-4,01%). Controcorrente Saipem (+3%).

13.56 - MILANO SCENDE A -1,3%. Piazza Affari pesante a metà seduta (-1,36%) in una giornata difficile per tutte le borse europee, con Madrid (-1,96%) maglia nera tra i listini. Incidono sui mercati gli indici pmi dell'Eurozona e della Cina, risultati inferiori alle attese, ma anche le indicazioni arrivate dalle minute della Fed, che riaccendono i timori su un rialzo dei tassi di interesse e mettono in luce i rischi di deflazione.

11.23 - MILANO DEBOLE: -1,1%. Milano è debole (-1,1%) con l'Europa (Madrid la peggiore -1,8%, Francoforte la migliore -0,5%) sui timori di un rallentamento nell'eurozona nell'ultima parte dell'anno alla luce dei dati Pmi sulla manifattura che, dopo la Cina, hanno frenato in Germania e Francia. Nel pomeriggio si vedrà Wall Street coi dati sull'inflazione Usa. A Piazza Affari rimbalza Saipem (+2%), pesanti le banche, Enel (-2,3%) in vista del collocamento del 5%, e Telecom (-2,2%) alla vigilia del Cda su Oi.

10.45 - SPREAD BTP-BUND A 151 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund si amplia a 151 punti base dopo i dati deludenti sull'indice Pmi in Eurozona e quelli negativi sull'industria in Italia. Il rendimento del 10 anni italiano è al 2,32%.

10.25 - PIAZZA AFFARI PEGGIORA (-1,3%). Piazza Affari peggiora nella prima ora di scambi (Ftse Mib -1,39% a 19.105 punti), dopo dati sul Pmi in Germania e nell'Eurozona peggiori delle stime. Tra le blue chips tiene solo Saipem (+2,17%), mentre Mediaset azzera il rialzo iniziale e si porta in parità. Positiva Rai Way (+0,39%) dopo il rally di ieri all'esordio in Borsa, mentre frenano Telecom (-2,46%) alla vigilia del Cda, Bpm (-2,05%) insieme a Bper (-2,66%), Banco Popolare (-2,25%), Intesa (-1,66%) e Unicredit (-0,99%).

10.00 - EUROPA DEBOLE, MILANO A -1%. Gli indici Markit sulla fiducia in Germania peggiori delle stime frenano le Borse europee, con Milano (Ftse Mib -1,02%) fanalino di coda dopo un avvio in modesto rialzo. Deboli Madrid (-0,95%), Parigi (-0,9%), Francoforte (-0,74%) e Londra (-0,4%), con i i futures su Wall Street in ribasso. Le vendite colpiscono il settore delle materie prime, da Fresnillo (-1,71%) a Bhp (-1,66%) insieme all'energia con Enel (-1,84%) e Veolia (-1,19%). Giù Bpm (-2,41%) e Telecom (-2,52%).

9.40 - MILANO GIRA IN CALO (-0,4%). Gira in calo Piazza Affari dopo mezz'ora di scambi. L'indice Ftse Mib cede lo 0,43% a 19.296 punti frenato da Telecom (-2,3%), alla vigilia del Cda sul dossier Brasile e su Metroweb, e dai bancari Bpm (-2,5%), Banco Popolare (-1,47%), Unicredit (-1,17%) e Intesa (-1,14%). Acquisti su Saipem (+3,1%) e Mediaset (+1,67%), spinta dalla raccomandazione 'outperform' di Mediobanca. Contrastati i media con Mondadori (-1,05%), Rcs (+0,47%) e Gruppo Espresso (-1,6%), tiene Rai Way.

9.35 - ATENE IN RIBASSO. La Borsa di Atene ha aperto oggi in ribasso, registrando un -0,38%, con l'Indice Athex a 951,07 punti.

9.25 - PARIGI APRE INVARIATA. La Borsa di Parigi apre sulla parità con l'indice Cac 40 a 4.264,61 punti.

9.20 - LONDRA È NEGATIVA. La Borsa di Londra apre in negativo: l'indice Ftse-100 cede lo 0,1% a 6.687,35 punti

9.15 - FRANCOFORTE IN CALO. L'indice Dax della Borsa di Francoforte apre in calo dello 0,1% a 9.460,40 punti.

Correlati

Potresti esserti perso