Economia 26 Novembre Nov 2014 1839 26 novembre 2014

Il "Progetto per la bellezza" di Cucinelli

  • ...

Brunello Cucinelli Tre parchi per riscoprire la tradizione e della bellezza. Brunello Cucinelli ha presentato il suo “Progetto per la bellezza”, a completamento del lavoro iniziato nel borgo di Solomeo, frazione di Corciano in provincia di Perugia. Il progetto parte in questi giorni e vedrà la luce tra 12 - 18 mesi con la realizzazione di un parco industriale, nato dal recupero di siti dismessi, un parco oratorio-laico e un parco agrario con orti, vigneti e piantagioni di olivo. Il progetto, presentato al Teatro Strehler di Milano (ex Piccolo) completa quanto già realizzato da Cucinelli a Solomeo dove l'imprendiotre del cashmere ha fatto restaurare l'antico Borgo e dove a breve sarà inaugurato l'Arco Etrusco a Perugia dopo i lavori di restauro. Queste iniziative sono in linea con la filosofia sposata da Cucinelli circa la responsabilità sociale d'impresa: ridare dignità al lavoro. GLI INVESTIMENTI SONO DELLA FAMIGLIA, NON DELL'IMPRESA. «I fondi del progetto vengono dalla nostra famiglia», ha tenuto a precisare Cucinelli durante la presentazione, «utilizzando una parte dei proventi incassati con la quotazione e non dal gruppo. Prima della quotazione in Borsa destinavamo il 20% dei profitti al territorio e al sua abbellimento. Con la quotazione in Borsa non abbiamo pensato che questo fosse giusto, così abbiamo scisso le due cose. La Brunello Cucinelli Spa fa l'impresa, la Fondazione investe sulla bellezza del territorio». I tre parchi del "Progetto per la bellezza"

PARCO DELL'INDUSTRIA. Il primo intervento riguarda il Parco dell'Industria. Intorno all'edificio sede del gruppo Brunello Cucinelli vi è un insediamento industriale cresciuto negli anni '70, costituito da sei edifici industriali per 240mila metri cubi (circa 35mila metri quadrati). Tutta l'area sarà recuperata a giardino. «I capannoni che verranno abbattuti sono dei depositi, di questi quattro erano già in vendita, gli altri due sono stati trasferiti in un polo industriale poco distante. Quindi il progetto non ha eliminato attività produttive storiche», ha sottolineato Cucinelli. PARCO DELL'ORATORIO LAICO. A seguire ci sarà il Parco dell'Oratorio laico con un piccolo stadio senza barriere immerse in sei ettari di boschetto e prati, dove i ragazzi potranno giocare allenando il fisico e dove verranno «tenute deste le memorie di grandi uomini. I ragazzi e le ragazze verranno accuditi, verranno aiutati a fare i compiti e a crescere in modo sano. A giugno ci sarà un campionato mondiale sportivo dedicati a giovani di tutto il mondo». PARCO AGRARIO. Infine accanto al Parco dell'Oratorio laico si stenderà il Parco Agrario, circa 70 ettari di terreno destinati ad orti, vigneti, oliveti e frutteti diffusi come alberata. Coltivazioni come grano, mais, girasole. I prodotti del Parco agrario saranno destinati al consumo locale nelle mense aziendali del gruppo e per le famiglie del borgo. "I parchi - afferma Brunello Cucinelli - verranno realizzati nel giro di tre anni grazie alla Fondazione della famiglia Cucinelli e non dall'impresa, visto che non vogliamo essere i più ricchi del cimitero. Sono convinto che la bellezza salverà il mondo e per questo vogliamo abbellire il territorio, come abbiamo già fatto con il borgo di Solomeo».

Il rendering del "Progetto per la Bellezza". In basso a destra sorge l'azienda di Cucinelli. I lavori interesseranno l'area antistante la fabbrica dove oggi sorgono 6 capannoni industriali

Correlati

Potresti esserti perso