Squinzi 141025140328
ECONOMIA 26 Novembre Nov 2014 1600 26 novembre 2014

Pil, Confindustria: Possibile buona partenza nel 2015

L'analisi: in Italia contrazione prodotto interno lordo in linea con stime, con riforme torna fiducia.

  • ...

Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

Spiragli di ottimismo dagli industriali italiani.
Secondo il Centro studi di Confinustria in Italia la contrazione del Pil nel terzo trimestre è risultata «in linea» con le stime (-0,1%, dal -0,2% nel secondo).
Nel quarto trimestre «gli indicatori fin qui disponibili suggeriscono una variazione nulla; sarebbe una buona base per la ripartenza a inizio 2015».
EXPORT AUMENTA. Nell'insieme, per l'Italia «i pochi dati disponibili puntano a un Pil invariato nel quarto trimestre, stima che deve trovare conferma nei numeri prossimamente in uscita; rispetto ad attese di ulteriore calo, ciò sarebbe una migliore base per la ripartenza già dall'avvio dell'anno prossimo», ha affermato il Csc nell'ultima analisi mensile.
In Italia, viene infatti indicato «l'export è tornato ad aumentare, l'occupazione mostra i primi segnali di recupero, si è arrestata l'emorragia di credito alle imprese e la riduzione dei tassi, di cui hanno molto beneficiato titoli pubblici e bancari, inizia a essere trasmessa alle piccole aziende».
OK A RIFORME STRUTTURALI. Secondo Confindustria «le riforme strutturali danno frutti nel medio termine, ma nell'immediato rispondono alla domanda di cambiamento del Paese e restituiscono così la fiducia necessaria a rilanciare consumi e investimenti».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso