Borsa 141016192137
MERCATI 27 Novembre Nov 2014 0900 27 novembre 2014

Borsa, Piazza Affari e spread: live del 27 novembre 2014

Milano positiva in chiusura: +0,81%. Scende ancora il prezzo del petrolio.

  • ...

La Borsa di Milano.

Seduta positiva per la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,81% a 20.100 punti.
Piazza Affari aveva iniziato le contrattazioni in rialzo dello 0,3%, poi salito a +0,4%, anche grazie alla conferma della Bce sulle misure di stimolo all'economia.
Alla fine è riuscita a chiudere con un segno positivo, stretta tra due dinamiche contrastanti: la speranza di nuovi interventi della Bce a sostegno dell'economia fino ai quantitative easing, contrapposta al nuovo brusco calo del prezzo del petrolio, che ha affossato i titoli del settore.
Lo spread tra il Btp e il Bund ha viaggiato in calo a 137 punti (142 la chiusura di mercoledì 26 novembre) con un rendimento che si mantiene sui minimi record al 2,08%.
SAIPEM LA PEGGIORE. Il ribasso del prezzo del petrolio ha colpito anche le quotazioni in Borsa dei titoli legati al settore. Il peggiore in Piazza Affari è stato Saipem, che ha ceduto il 4,8% a 12,1 euro, seguito da Tenaris (-3,6%) ed Eni (-1,96% a 16,52 euro finale, con un minimo di giornata a 16,36). L'andamento già difficile del comparto è peggiorato nel finale di seduta, dopo che l'Arabia saudita ha annunciato che l'Opec non taglierà la produzione per sostenere le quotazioni del greggio.
TOKYO NEGATIVA. La Borsa di Tokyo ha invece terminato gli scambi in territorio negativo (-0,78%), scontando le prese di beneficio alimentate dallo stop all'indebolimento dello yen, soprattutto verso il dollaro, che ha messo sotto pressione i titoli delle principali società esportatrici. L'indice Nikkei ha ceduto 135,08 punti, fermandosi a ridosso dei minimi intraday, a quota 17.248,50.

17.46 - LONDRA LEGGERMENTE NEGATIVA. Chiusura in lieve calo per la Borsa di Londra. L'indice Ftse-100 ha ceduto lo 0,09% a 6.723,42 punti.

17.36 - MILANO A +0,81%. La Borsa di Milano ha chiuso in aumento dello 0,81% a 20.100 punti.

16.43 - ATENE HA CHIUSO IN FORTE CALO. La Borsa di Atene ha chiuso oggi in forte calo, registrando un -2,63%, con l'Indice Athex a 950,95 punti.

15.59 - SPREAD SOTTO 140 PUNTI. Rendimenti a picco per i titoli di Stato dell'Eurozona, con il Btp nuovo minimo storico del 2,08%, il Bund tedesco anch'esso al minimo record (0,70%) sulle attese crescenti per l'acquisto di debito pubblico da parte della Banca centrale europea. Lo spread Btp-bund scende sotto 140 punti base a quota 137.

13.24 - MILANO SALE A +0,4%. Piazza Affari in cauto rialzo a metà seduta, incoraggiata dalle parole di Draghi e dai dati macro sulla disoccupazione tedesca e sulla fiducia nell'Eurozona, salita a novembre in modo inatteso. Il Ftse Mib sale dello 0,4% trainato Wdf (+2,76%), Azimut (+2,37%), Atlantia (+1,79%). Bene anche i bancari con Bper (+1,79%) e Mediobanca (+1,34%). Enel avanza dell'1,2% mentre scivola Saipem (-3,21%), appesantita dal calo del petrolio. Deboli anche Prysmian (-1,54%) e Pirelli (-1,05%).



11.37 - L'ASTA DEL TESORO FA IL PIENO, TASSI AI MINIMI. Il tesoro ha venduto tutti i 7 miliardi complessivi di Btp e Cct indicizzati all'Euribor in asta, con tassi ai minimi record sul Btp a cinque anni (0,94%) e 10 anni (2,08%).

10.30 - EUROPA IN RIALZO, MILANO A +0,5%. Dopo un avvio cauto girano in rialzo le Borse in Europa. Francoforte, dopo il dato sul tasso di disoccupazione della Germania sceso a un minimo record, guadagna lo 0,5%. Londra si porta sopra la parità (+0,06%) mentre resta cauta Parigi (-0,2%). Milano amplia il rialzo e sale dello 0,5%. Intanto il presidente della Bce Mario Draghi ha confermato che i tecnici sono già al lavoro su nuove misure di stimolo.

9.30 - LONDRA PIATTA, FRANCOFORTE POSITIVA. La Borsa di Londra ha aperto con l'indice Ftse-100 poco mosso (-0,03%) a 6.727 punti. Francoforte ha avviato le contrattazioni in rialzo dello 0,19% con l'indice Dax che segna 9.934 punti.


9.12 - MILANO APRE IN RIALZO. Piazza Affari apre in rialzo la seduta con il Ftse Mib che sale dello 0,3% e torna sopra quota 20 mila punti. Debole solo Saipem che cede l'1,17%.

Correlati

Potresti esserti perso