Borsa 130627094709
MERCATI 28 Novembre Nov 2014 0907 28 novembre 2014

Borsa, Piazza Affari e spread live del 28 novembre 2014

Milano in flessione. Tokyo positiva. Il rendimento titolo decennale a 2,034%.

  • ...

Una seduta di Borsa.

Seduta negativa il 28 novembre per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni con una perdita dello 0,43% ed è risultata la più debole in Europa. I listini continentali sono in calo nonostante a Wall Street il Dow Jones abbia avuto un avvio positivo
A Milano ancora pesanti i petroliferi con Saipem (-5,5%) e (-4,24%) Tenaris e l'Eni (-3,27%).
TASSO BTP AI MINIMI. Lo spread tra Btp e Bund tedesco è in calo a 133,8 punti, con il rendimento sul titolo italiano che segna un nuovo minimo storico al 2,034% in un clima di fiducia sul fatto che la Banca centrale europea possa intervenire con l'acquisto massiccio di titoli e in particolare di debito governativo.
TOKYO POSITIVA. Mercati azionari asiatici quasi tutti in rialzo, con l'eccezione di Sydney (-1,6% finale) che è l'unica Borsa scossa dalla debolezza del prezzo del petrolio. I listini dell'area sono stati trainati da Tokyo, che ha chiuso in rialzo dell'1,2% sull'inflazione in calo, un segnale che apre a nuovi interventi della banca centrale a sostegno dell'economia.

17.41 - MILANO CHIUDE IN CALO: -0,43%. Seduta in calo per la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha perso lo 0,43% a 20.014 punti.

16.22 - EUROPA IN CALO, MILANO LA PEGGIORE. Prosegue in calo la seduta delle Borse europee nonostante a Wall Street il Dow Jones cresca dello 0,30%. Ad eccezione di Madrid, che si mantiene in territorio positivo, le altre principali piazze finanziarie cedono mediamente lo 0,20%. Piazza Affari è la più debole (-0,50%), seguita da Parigi (-0,34%); Londra e Francoforte invece cedono intorno allo 0,10%. A Milano ancora pesanti i petroliferi con Saipem (-5,5%) e (-4,24%) Tenaris e l'Eni (-3,27%).

15.35 - WALL STREET APRE POSITIVA: DJ +0,13%, NASDAQ +0,19%. Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,13% a 17.830,73 punti, il Nasdaq avanza dello 0,19% a 4.796,50 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,1%.

12.12 - MILANO RESTA DEBOLE: -0,8%. Avvicinandosi a metà giornata Piazza Affari si conferma in calo al di sotto del punto percentuale (Ftse Mib -0,8%) facendo un po' peggio dell'Europa a causa di una leggera frenata delle banche. Sempre deboli i titoli dell'energia (Saipem -4%, Tenaris -3%, Eni -2,7%) mentre Bper e Bpm cedono circa l'1%. In rialzo sopra il punto percentuale Telecom (+1,6%), Tod's (+1,5%), Autogrill (+1,3%), Yoox (+1,2%) e Wdf (+1,1%). Tra i titoli a minore capitalizzazione, Mondadori sale del 7%.

10.15 - L'EUROPA SCIVOLA, MILANO -0,6%. Dopo una partenza incerta, le Borse europee si sono portate in terreno negativo sullo scivolone dei titoli dell'energia (indice di settore -3,5%) con Londra, dove il settore pesa di più, che è la peggiore assieme a Milano (Ftse Mib -0,6%). Gli operatori non guardano al tasso di disoccupazione italiano, ma al rischio di taglio dei profitti legati al greggio: Saipem perde oltre il 4%, Prysmian il 3,4%, Eni il 2,9% a 16 euro. Bene Autogrill e Tod's (+1%), Telecom sale dello 0,9%.

9.21 - MILANO DEBOLE: -0,2%. Rimane incerta la partenza della Borsa di Milano, ma con le prime contrattazioni pende verso il terreno negativo (Ftse Mib -0,2%) a causa del nuovo scivolone dei titoli dell'energia affossati dal prezzo del petrolio: Tenaris dopo un passaggio in asta di volatilità è in calo di oltre il 3%, Saipem perde il 2,8%, Eni il 2,2%. Piatte ma tendenzialmente positive le banche, bene Telecom (+1,3% a quota 0,9 euro guardando ai possibili sviluppi in Brasile) e Autogrill (+1,9%).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso