Economia 2 Dicembre Dic 2014 1901 02 dicembre 2014

Piazza Affari ha guadagnato lo 0,48%

  • ...

Borsa Milano Piazza Affari archivia in rialzo una seduta nervosa, caratterizzata da diversi strappi, seguiti da repentine discese. In chiusura, l'indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,48%, l'AllShare lo 0,45% e il Mid Cap lo 0,24%. Volumi per un controvalore di circa 2,9 miliardi di euro. L'accelerazione nel finale, figlia dell'andamento di Wall Street, ha dato una connotazione definitivamente positiva alla giornata. CROLLA SAIPEM, TIENE ENI. Riflettori puntati soprattutto sugli energetici, che, dopo aver segnato un rimbalzo in mattinata sulla scia del movimento del greggio, hanno progressivamente rinculato. Saipem pesante (-10,8%), incurante della precisazione che non ha ricevuto alcuna comunicazione formale di interruzione del contratto su South Stream. Il mercato sconta l'impatto negativo legato alla cancellazione dei contratti di costruzione dopo che il presidente russo, Vladimir Putin, ha annunciato lo stopo al progetto. Meglio Eni (+0,7%), decisamente meno brillante, però, rispetto al paniere europeo (+3,27%). BENE PRYSMIAN E FCA. Più consistente il rimbalzo di Prysmian (+2,73%) e Tenaris (+0,85%). Tra le small e mid cap, Landi Renzo (-2,92%), secondo l'interpretazione di un trader, sconta la caduta del prezzo del greggio, che rende meno conveniente il gpl. FCA galvanizzata (+2,94%) dalle indicazioni moderatamente positive offerte dai dati sulle immatricolazioni di auto in Italia a novembre, diffusi ieri, e, soprattutto, dalle vendite negli Stati Uniti. In scia Cnh Industrial: +3,74%.  Finanziari positivi: il paniere delle banche  è salito dello 0,8%. Tonica Unicredit (+1,12%), più cauta Intesa Sanpaolo (+0,25%). Spunti per Pop Emilia Romagna (+2,84%), Ubi  (+2%) e Popolare Milano (+1,23%). CON SEGNO NEGATIVO IL SETTORE DEL LUSSO. La prospettiva di una caduta in recessione della Russia nel 2015 ha affossato il lusso: Ferragamo -4,42%, Tod's -2,95% e Moncler -0,86%. Buone performance per Finmeccanica (+1,84%), Luxottica (+1,24%) e Mediaset (+1,06%). Torna sotto pressione World Duty Free: -2,83%.     Fuori dal paniere principale, prosegue la corsa di Telecom Italia Media: +2,39%. Al galoppo Bialetti (+13,55%).

Correlati

Potresti esserti perso