Antonis Samaras 141011105353
CRISI 3 Dicembre Dic 2014 1002 03 dicembre 2014

Grecia-Troika, colloqui vicini alla rottura

I creditori internazionali sono insoddisfatti dalle proposte del governo di Atene.

  • ...

Il premier greco Antonis Samaras.

I colloqui tra il governo di Atene e la Troika (Fmi, Ue e Bce) sembrano essere arrivati a un punto di rottura: secondo le prime informazioni di stampa, i rappresentanti della Troika non sembrano soddisfatti delle proposte del governo e non fanno alcun riferimento al loro ritorno ad Atene. Il 3 dicembre la Troika ha inviato via mail la replica alle proposte del governo.
DUBBI SULLE MISURE. I rappresentanti dei creditori internazionali insistono sulla stessa linea seguita sinora, adoperando ogni pretesto ed esprimendo riserve circa l'efficacia delle misure proposte dal governo di Atene. Secondo i media, la Troika continua a chiedere delucidazioni su questioni che sono state più volte date in modo esauriente dallo stesso ministro delle Finanze, Gikas Hardouvelis, mentre pretende nuovi disegni di legge su varie questioni, tra cui modifiche del sistema previdenziale che non avranno mai il sostegno dei deputati della maggioranza governativa. Ora il governo si metterà al lavoro per studiare le controproposte alle pretese della Troika.
SAMARAS: NO A PRESSIONI. Intanto il 2 dicembre si è avuto un primo assaggio di quello che seguirà. Il premier Antonis Samaras, parlando ad un convegno della Camera di Commercio greco-americana, ha detto che il suo governo «è pronto ad un accordo con la Troika, ma nessuno accetterà mai pressioni irragionevoli e ingiustificate».

Correlati

Potresti esserti perso