Banca Centrale Europea 130829100516
ECONOMIA 4 Dicembre Dic 2014 1415 04 dicembre 2014

Bce taglia crescita Eurozona: Pil 2014 a 0,8%

Nel 2015 previsto aumento dell'1%. Giù anche stime su inflazione allo 0,5%. Cala la Borsa.

  • ...

Il presidente della Bce Mario Draghi.

La Banca centrale europea ha tagliato nuovamente le sue stime sull'inflazione dell'Eurozona di fronte a «un profilo di crescita più debole». La Bce prevede ora un aumento del Pil a 0,8% nel 2014 (dallo 0,9% di tre mesi fa), all'1% nel 2015 (da 1,6%) e dell'1,5% nel 2016 (da 1,9%).
TAGLIO INFLAZIONE. La Bce ha tagliato nuovamente le sue stime sull'inflazione dell'Eurozona, ora a 0,5% nel 2014 (da 0,6% di tre mesi fa), 0,7% nel 2015 (da 1,1%) e 1,3% nel 2016 (da 1,4%).
Lo ha detto il presidente Mario Draghi, avvertendo che le nuove stime non tengono conto del recente calo dei prezzi petroliferi.
TASSI FERMI. L'Eurotower ha lasciato il tasso principale di rifinanziamento al minimo storico dello 0,05%.
Il tasso sui prestiti marginali e quello sui depositi bancari restano, rispettivamente, a 0,30% e -0,20%.
BORSE IN NEGATIVO. Dopo i dati Bce sono accelerati improvvisamente al ribasso i listini europei.
Le Borse perdono ora oltre lo 0,5%, mentre Milano arretra di oltre il 2% (Ftse Mib -2,4%) con le banche che perdono più di tutte.

Correlati

Potresti esserti perso