Visco 141031120247
ECONOMIA 5 Dicembre Dic 2014 1509 05 dicembre 2014

Ignazio Visco: «Deflazione gravissima per l'Italia»

Il governatore: «Rischi al ribasso. In acquisto titoli Bce conflitto regole Ue».

  • ...

Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco.

Dire che le condizioni economiche dell'area euro «non sono soddisfacenti» è «un eufemismo». Il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, in occasione del centenario della nascita dell'economista Federico Caffè, ha commentato così le previsioni di crescita diffuse giovedì 4 dicembre dalla Banca centrale europea. Visco ha affermato che esistono «rischi al ribasso notevoli», e anche «qualche rischio al rialzo»: «Se si hanno variazioni dei prezzi così basse o negative, le conseguenze possono essere gravissime per le economie con un debito pubblico molto alto, come l'Italia».
«TORNARE ALLA CRESCITA». «Siamo consapevoli delle regole dei vincoli Ue, ma bisogna anche comprendere come meglio utilizzare tutti i canali per un ritorno alla crescita», ha aggiunto il governatore, al fine di ottenere «maggiori investimenti pubblici e privati, nazionali ed europei».
DUBBI SU ACQUISTO TITOLI BCE. Nell'acquisto di titoli di Stato da parte delle Bce, secondo Visco, c'è «un conflitto» di regole Ue di cui «bisogna discutere apertamente», ovvero tra il mandato dato all'Eurotower sulla stabilità dei prezzi e il vincolo a non finanziare monetariamente gi Stati.
CORRUZIONE OSTACOLO ALL'IMPRESA. Infine, una nota a margine dei recenti fatti di cronaca e dell'inchiesta su Mafia Capitale: «Illegalità e corruzione, emerse anche negli ultimi giorni con il caso Roma, sono un ostacolo forte a creare un ambiente in cui prosperi il bisogno di innovare e il desiderio di intraprendere».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso