Economia 5 Dicembre Dic 2014 1757 05 dicembre 2014

Piazza Affari chiude in forte rialzo +3,41%

  • ...

Piazza Affari a Milano Piazza Affari archivia in netto rialzo una seduta che riporta al bello il barometro dei mercati, dopo il brusco peggioramento di ieri, conseguenza della delusione per le parole di Mario Draghi.  Il presidente della Bce aveva fatto cadere le borse rinviando all'anno prossimo la valutazione di eventuali interventi straordinari. La reazione, violenta ed emotiva, è rientrata oggi, quando, a mente fredda, gli investitori sono tornati positivi sulle prospettive dell'azionario. Anche perché il QE sembra alle porte. Secondo quanto riportato dalla Frankfurter Allgemeine, la Bce ha parlato di un programma di acquisto di bond con un ammontare superiore a mille miliardi di euro. In chiusura, il FTSE Mib è balzato del 3,41%, tornando sopra quota 20.000 punti. L'Allshare è avanzato del 3,15% e il Mid Cap dell'1,48%. Volumi per un controvalore di circa 3,7 miliardi di euro. A picco ieri, i finanziari hanno rimbalzato con forza. CORRONO I BANCARI. Il paniere delle banche è salito del 5,59%. Unicredit (+4,79%) e Intesa  Sanpaolo (+7,05%) hanno scandito il passo. In scia le altre: Ubi +6,01%, Popolare Emilia Romagna +6,05%, Medibanca +5,13% e Banco Popolare +5,75%.     Andamento simile per il risparmio gestito: Mediolanum +4,08% e AZIMUT +3,82%. SAIPEM IN CONTRO TENDENZA. Pesante Saipem (-6,24%), penalizzata dall'ufficializzazione della sospensione del progetto South Stream, il gasdotto che dovrebbe portare il gas russo in Europa, via Balcani, bypassando l'Ucraina. L'andamento dei prezzi del greggio continua a pesare su Eni (+1,24%) e Tenaris (-0,08%). Debole Enel Green Power (-0,8%) sulle voci di un Ebitda 2015 inferiore alle previsioni. No comment da parte della società. Un trader riferisce che Kepler ha tolto il titolo dalla selected list italiana ed europea. BENE BUZZI E FINMECCANICA. In evidenza Buzzi (+5,61%), aiutata dal miglioramento del target price varato da Morgan Stanley. World Duty Free euforica (+5,68%): Deutsche Bank ne ha tagliato il target price, ma a livelli decisamente superiori alle attuali quotazioni. Tonica Finmeccanica (+5,54%): secondo indiscrezioni di stampa, la gara per Ansaldo Breda e Ansaldo Sts  (+0,47%) va verso la riapertura. ATLANTIA POSITIVA, MA MENO DEL MERCATO. Atlantia positiva (+0,71%), ma meno del mercato, dopo che Generali (+2,18%) ha collocato la quota dell'1,4% a 19,26 euro per azione. Morgan Stanley ha tagliato il target a 12 da 16 euro. Fiat Chrysler brillante (+5,18%) dopo l'annuncio del prestito convertendo e dell'offerta di azioni. Sempre sotto pressione il lusso, che paga dazio soprattutto alle prospettive economiche della Russia: Moncler  -1,52%, Tod'S -1,07% e Ferragamo +0,87%. Fuori dal paniere principale, Telecom Media (-6,65%) ha recuperato un po' terreno dopo aver precisato che più di un soggetto ha manifestato interesse per Persidera.

Correlati

Potresti esserti perso