Lucchini Piombino 141202153244
ECONOMIA 9 Dicembre Dic 2014 1230 09 dicembre 2014

Accordo Lucchini-Cevital, Renzi: «Grazie a sindacati»

Intesa per Piombino, pronte nuove assunzioni. Il premier: «Felici che arrivino stranieri».

  • ...

La Lucchini a Piombino.

Svolta definitiva per il polo di Piombino.
È stato infatti firmato l'accordo tra la Lucchini e il gruppo alegrino di Cevital, colosso attivo in svariati settori, dalla metallurgia all'agroalimentare.
Grande soddisfazione per il premier Matteo Renzi, che ha ringraziato pubblicamente i sindacati dopo l'accordo.
«GRANDE PROGETTO». Il presidente di Cevital Issaad Rebrab è stato chiaro: «Abbiamo un grande progetto per Piombino, non solo per il siderurgico ma per la creazione di una piattaforma logistica in tutto il Mediterraneo: incrementeremo posti di lavoro».
RENZI: «MESSAGGIO A STRANIERI». Il presidente del Consiglio non ha nascosto la gioia per l'intesa: «Si tratta di un'acquisizione strategica, un grande messaggio per gli investitori stranieri e per il futuro di un settore decisivo per il domani».
«Nel passato, l'Italia ha avuto paura di aprire agli investitori esteri, oggi ne siamo ben felici», ha detto Renzi che ha ricordato l'altro accordo che ha interessato il settore siderurgico, quello dell'Ast di Terni.
«GRAZIE A SINDACATI». Ma il premier ha voluto lanciare un messaggio inedito: «Grazie anche ai sindacati. Può sembrare per voi una stranezza che questo elemento di gratitudine sia espresso dal sottoscritto. Lo faccio ben volentieri perché quando si tratta di ragionare nel merito delle vertenze aperte, bisogna discutere insieme».
Il segretario dem ha ribadito che «quando ci sono delle vertenze aperte è giusto che al tavolo ci siano i sindacati. Quando, invece, si tratta di fare le leggi di Stabilità, al tavolo ci deve essere il parlamento».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso