Banca Centrale Europea 140116105220
MESSAGGIO 11 Dicembre Dic 2014 1027 11 dicembre 2014

Bce: «Italia, conti a rischio senza rispetto patto Ue»

Francoforte nel bollettino di dicembre: «Pronti a strumenti non convenzionali».

  • ...

Il logo della Bce.

Contro i rischi derivanti da un periodo troppo prolungato di bassa inflazione, il Consiglio direttivo della Banca centrale europea «rimane unanime» nel suo impegno a mettere in campo ««ulteriori strumenti non convenzionali nel quadro del proprio mandato». È quanto ha ribadito Francoforte nel bollettino di dicembre.
«RISPETTO DEL PATTO». Commentando le misure economiche del governo Renzi, la Bce ha poi sottolineato: «È importante assicurare il pieno rispetto dei requisiti del Patto di stabilità e crescita e della regola del debito per non mettere a repentaglio la sostenibilità delle finanze pubbliche e preservare la fiducia dei mercati».
«CONTRIBUTO DECISIVO DEI PAESI». La politica monetaria accomodante della Bce «contribuisce a sostenere» la ripresa nell'Eurozona, però anche i Paesi devono dare un «contributo decisivo», ha aggiunto ancora la Bce nel bollettino, sottolineando: «È fondamentale che le riforme strutturali siano credibili ed efficaci per incoraggiare gli investimenti ed anticipare la ripresa».
«RISCHIO AL RIBASSO SIGNIFICATIVO». I rischi per le prospettive economiche dell'Eurozona, in ogni caso, continuano a essere orientati al ribasso. Francoforte ha, dunque, confermato il taglio delle stime di crescita e spiegato che la crescita debole, assieme ai rischi geopolitici, può frenare gli investimenti privati ed erodere la fiducia. Inoltre, ha concluso la Bce, «progressi insufficienti» sul fronte delle riforme strutturali costituiscono «un rischio al ribasso significativo».

Correlati

Potresti esserti perso