Economia 15 Dicembre Dic 2014 1652 15 dicembre 2014

Expo, Corte Conti: più trasparenza

  • ...

La Corte dei Conti lancia il suo monito su Expo. «Bisogna gestire in modo incisivo e trasparente i problemi ancora presenti assicurando la legalità delle procedure di affidamento delle opere e dei servizi'' per salvaguardare «anche l'immagine del Paese nel contesto internazionale», si legge nella relazione sulla gestione della società che gestisce la manifestazione universale. «Nel 2013, la società è finalmente entrata in pieno nella fase operativa. Si rivela ora indispensabile, a pochi mesi dall'inaugurazione dell'Esposizione, che la società gestisca in modo incisivo e trasparente i problemi ancora presenti, tra i quali quelli conseguenti ai procedimenti giudiziari in corso, assicurando la legalità delle procedure di affidamento delle opere e dei servizi, al fine di salvaguardare, con il corretto impiego delle risorse impegnate, anche l'immagine del Paese nel contesto internazionale», è il giudizio della Corte dei Conti, risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria di Expo 2015 Spa per il 2013. LE PERDITE SONO PARI A 7,2 MILIONI L'esercizio si è chiuso con una perdita di 7,42 milioni, legata al fatto che in quanto ''società di scopo'' la maggior parte dei costi si concentrano nei primi anni di attività mentre i ricavi sono posticipati alla data di realizzazione dell'evento. La Corte ricorda poi come, dopo alterne ipotesi, l'area effettivamente individuata quale 'sito espositivo' risulti per l'85% di proprietà privata, e «come tale circostanza abbia indubbiamente determinato diverse criticità, sia per i costi di acquisizione che per le difficoltà operative connesse alle procedure di rilascio delle aree». Per la magistratura contabile «la convergenza di interessi pubblici e privati che ne ha costituito lo scenario di fondo - tipico del partenariato pubblico privato - avrebbe potuto essere caratterizzato da un diverso e più omogeneo coinvolgimento degli operatori privati coinvolti, specie nella ripartizione dei rischi e nell'efficientizzazione delle risorse, in ragione della loro natura pubblica». (LEGGI L'APPROFONDIMENTO SU EXPO2015NOTIZIE.IT)

Articoli Correlati

Potresti esserti perso