Economia 16 Dicembre Dic 2014 1913 16 dicembre 2014

Ansaldo Breda, offerta da parte di Insigma

  • ...

Una proposta per Ansaldo Breda. Finmeccanica ha ricevuto un'offerta da parte della società cinese Insigma per la società ferroviaria del gruppo da tempo in vendita. Lo annuncia Finmeccanica in una nota che non precisa se si tratta di una proposta vincolante. In mattinata due fonti vicine al dossier, confermando indiscrezioni stampa, avevano riferito di un'offerta vincolante presentata ieri da una cordata guidata da Insigma. HITACHI ANCORA IN GARA. Nella partita, secondo l'amministratore delegato Finmeccanica Mauro Moretti, resta anche la giapponese Hitachi, anche se non è chiaro se sia stata presentata una offerta vincolante anche dai giapponesi. Secondo una delle fonti l'offerta, che ha un valore attorno a 1,5 miliardi di euro, comprenderebbe anche la più appetibile Ansaldo Sts, ma i contorni di questa seconda operazione sarebbero delineati una volta trovato l'accordo su Breda. Il veicolo principale dell'offerta, aggiunge la seconda fonte, è United Mechanical & Electrical (Ume), controllata del gruppo Insigma. Secondo una delle fonti, Moretti «ha detto più volte che vuole chiudere entro la fine dell'anno. C'è volontà di arrivare a una conclusione». Breda, ricorda una delle fonti, «è la parte più difficile (della cessione del settore trasporti). Finmeccanica è partita dall'asset più complicato. Sts è quotata: il prezzo lo fissa il mercato». NESSUNA OFFERTA VINCOLANTE DA PARTE DEI GIAPPONESI. Secondo il Sole 24 Ore di oggi, da Hitachi, che aveva chiesto chiarimenti su una serie di punti, non sarebbe arrivata alcuna offerta vincolante. Mentre Moretti si è limitato a rispondere "no" a una domanda se i giapponesi fossero fuori dalla gara, una fonte conferma che Hitachi si è fermata a livello di "proposta di accordo". Martedì il CEO Hiroshi Nakanishi, a una domanda su Finmeccanica, aveva risposto "non stiamo sentendo di ostacoli" riguardo l'offerta, aggiungendo di non essere sicuro su cosa gli italiani valutassero nella considerazione delle offerte. A Piazza Affari Sts ha chiuso in rialzo del 2,68% a 8,25 euro, dopo aver toccato un massimo intraday di 8,36. Finmeccanica è balzata del 5,91% a 7,62 euro.

Correlati

Potresti esserti perso