Economia 18 Dicembre Dic 2014 1043 18 dicembre 2014

Clessidra punta su Cavalli

  • ...

Roberto Cavalli Roberto Cavalli ed il fondo Clessidra, che fa capo a Claudio Sposito, hanno avviato una trattativa in esclusiva per il pacchetto di maggioranza della griffe, preservandone l'italianità. Dopo un primo avvicinamento nel 2009 concluso con un "no grazie", a seguito di una valutazione di 400 milioni di euro ritenuta insufficiente, Sposito si è rifatto vivo a fine novembre, fallito il tentativo di scalata da parte dei russi di Vtb. LO STILISTA: LA VENDITA CI SARA'. Secondo le ricostruzioni, il fondo puntava al 70% della maison fiorentina, ma dalla valutazione iniziale di 800 milioni di dollari erano scesi troppo e Cavalli si è tirato indietro. Che ci fosse una trattativa in corso è stato lo stesso Cavalli a confermarlo non più tardi dello scorso 20 settembre: «la firma - riferiva lo stilista - ancora non c'e' ma la vendita ci sarà». "Mi piacciono le persone con cui sto trattando ora - aggiungeva - e non guardo a che lingua parlano". Su un dettaglio però lo stilista metteva un punto fermo: «Senza di me non si va avanti". Con il ritorno di Sposito e l'esclusiva nero su bianco e l'obiettivo di concludere entro marzo la lingua parlata dall'interlocutore è nota ed anche la disponibilità di quest'ultimo a soddisfare la condizione posta da Cavalli per cedere una quota di sovranità nella propria creatura. CAVALLI RESTA IN SELLA. Quanto esattamente Cavalli cederà al fondo che fa capo a Sposito non è ancora noto, ma di sicuro c'è che resterà azionista e che avrà il peso per "supportare" la nuova squadra di comando nel progetto di rilancio e di sviluppo. Stando alle condizioni rese note, Francesco Trapani, già amministratore delegato di Bulgari e vicepresidente Esecutivo di Clessidra sarà il nuovo presidente del Gruppo Cavalli.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso