London City 140127174916
MERCATI 20 Dicembre Dic 2014 1046 20 dicembre 2014

Londra, crisi del rublo: mercato immobiliare in difficoltà

Case, shopping del lusso e cause legali: la City preoccupata per la fuga dei russi.

  • ...

Londra ha creato il 79% dei posti di lavoro nel settore privato britannico tra il 2010 e il 2012.

La perdita di valore del rublo, la moneta di Mosca, ha iniziato a creare problemi sul mercato immobiliare di Londra, in quei quartieri dove si concerntrano i residenti di origine russa. Per la prima volta da decenni, i prezzi delle abitazioni sono cresciuti meno che altrove: solo lo 0,5% negli ultimi tre mesi.
Una parte della città ribatezzata Londongrad, proprio per la loro elevata concentrazione, che va dalla City agli eleganti quartieri di Mayfair e Belgravia, passando per Piccadilly, Regent Street e New Bond Street, le strade dello shopping. Southampton, Glasgow, Edimburgo, Bristol e Birmingham hanno fatto tutte meglio, con la capitale scozzese in prima posizione dopo la bociatura del referendum indipendentista (+1,8%).
A LONDRA UNA CASA COSTA IN MEDIA 514 MILA EURO. Chi ha comprato casa a Londra qualche anno fa ha fatto comunque un affare, come ha sottolineato il quotidiano La Stampa, visto che i prezzi sono saliti del 30,5% dal 2007 e che il costo medio di una abitazione ha raggiunto le 403 mila sterline, pari a 514 mila euro. Ma le previsioni per il 2015 non sono positive: se nel resto del Paese i prezzi delle case saliranno del 3%, a Londra sembrano destinati a rimanere stabili.
RUSSI SUPERATI DA FRANCESI E ITALIANI. I russi, nel mercato al di sotto dei 10 milioni, sono letteralmente scomparsi, superati da francesi e italiani. Negli ultimi anni, una casa su dieci al di sotto di 2 milioni di sterline è stata acquistata da loro. Una fetta di popolazione che ha donato mediamente ogni anno al partito conservatore del premier Cameron 1,5 milioni di sterline.
Il loro calo improvviso nelle liste degli aspiranti acquirenti, secondo Christie’s International Real Estate, è stato del 70%. Insomma, nelle vie del lusso della capitale inglese gli oligarchi come Roman Abramovich non si vedono più. Hanno perso centinaia di milioni di sterline in poche ore, a causa della crisi del rublo.
AVVOCATI PREOCCUPATI. I russi trapiantati a Londra sono stati finora un affare anche per gli studi legali. Basti pensare che la causa tra Abramovich e Boris Berezovsky ha fruttato agli avvocati 150 milioni di sterline, e che il 60% dei procedimenti della London commercial court riguarda ancora conflitti sulle spoglie dell’ex Urss.
IL BUSINESS DEI DIVORZI. Poi c'è il business dei divorzi. I tanti milionari disposti a pagare prezzi molto alti per liberarsi della 'vecchia' moglie e rendersi disponibili a compagne più giovani e belle, hanno dato vita a un giro d'affari non indifferente. Per tutte queste raginoni, sembra che Londongrad non possa più fare a meno dei russi, e faccia segretamente il tifo per Putin nel suo scontro con l'Europa e con gli Stati Uniti.

Correlati

Potresti esserti perso