Piazza Affari 140116093239
FINANZA 28 Dicembre Dic 2014 1720 28 dicembre 2014

Borsa, Piazza Affari +2% nel 2014: sorpassata Londra

Il listino sorpassa anche Parigi. Boom di matricole, capitalizzazione sale a 479 miliardi.

  • ...

Un trader in Piazza Affari a Milano.

Fine anno e tempo di bilanci, anche per la finanza italiana.
Per Piazza Affari il 2014 è stato un anno di transizione.
Finita l'epoca dei tonfi (-12% nel 2010 e -25,2% nel 2011) e dei rimbalzi (+7,8% nel 2012 e +16,56% nel 2013), il Ftse Mib si è limitato nei 12 mesi a tenere le proprie posizioni, segnando un rialzo del 2,03% al 23 dicembre, ultima seduta prima della pausa natalizia, rispetto al valore di inizio gennaio.
MEGLIO DI LONDRA E PARIGI. Listini prestigiosi come Londra (-2,06%) o Parigi (invariata) hanno fatto peggio.
Meglio Francoforte (+3,87%) o Madrid (+5,70%).
Meglio ancora hanno fatto Amsterdam (+5,92%), Zurigo (+9,98%) e Stoccolma (+10,32%), per rimanere nel Vecchio Continente. AMERICA BATTE EUROPA. Sembra invece appartenere ad un altro pianeta Atene (-28%), mentre America e Asia battono l'Europa: il Dow Jones è sopra dell'8,91% rispetto a inizio anno, lo S&p 500 del 13% ed il Nasdaq di oltre il 15%.
Quanto ad Asia e Pacifico, Tokyo ha segnato un progresso del 9,38%, Shanghai un rialzo superiore al 49%, mentre Hong Kong è piatta (+0,18%) insieme a Sidney (+0,79%).
26 MATRICOLE A MILANO. IPiazza Affari ha vissuto una vera e propria primavera con ben 26 matricole, suddivise tra i cinque nuovi ingressi dello Mta, il mercato telematico principale e le 21 di Aim, il mercato alternativo dei capitali di Borsa Italiana.
Nel 2013 le ammissioni furono 20, di cui 18 Ipo e due ingressi derivanti dallo scorporo di Wdf da Autogrill e dall'arrivo di Cnh al posto di Fiat Industrial, mentre nel 2012 l'unico sbarco sull'Mta fu quello della griffe Brunello Cucinelli, più cinque Ipo sui mercati dedicati alle Pmi: Mac ed Aim Mac.
In rialzo la capitalizzazione complessiva della Borsa milanese, che ha raggiunto al 23 dicembre quota 479,19 miliardi, in crescita del 9,36% rispetto al dato del 2013 (438 miliardi), che, a sua volta, aveva guadagnato il 20,3% sui 364 miliardi totalizzati a fine 2012.
BENE FINMCCANICA E TOD'S. Tra i titoli in maggior evidenza si segnalano Finmeccanica (+42,37%), Tod's (+40,26%) ed Intesa Sanpaolo (+39,04%).
Maglia nera invece è un'altra banca, Mps, che ha ceduto il 56,49%.

Correlati

Potresti esserti perso