Borsa Milano 130605091408
MERCATI 29 Dicembre Dic 2014 0900 29 dicembre 2014

Borsa, live Piazza Affari e spread del 29 dicembre 2014

Flop sull'elezione del presidente greco. Listini in rosso. Atene a -3,9%, Piazza Affari a -1,15%. Spread Btp-Bund a 143.

  • ...

La Borsa di Milano.

Il flop del terzo turno per l'elezione del capo dello Stato in Grecia spaventa gli investitori, che premono su Milano (Ftse Mib -1,15%) e Atene (-3,91%).
Il timore di una vittoria del partito anti-austerità Syriza nel voto anticipato ha poi frenato anche gli altri listini periferici, da Madrid (-2%) a Lisbona (-1,5%), mentre contengono il calo Francoforte (-0,89%), Parigi (-0,73%) e Londra (invariata).
SPREAD SALE A 143 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund risale a quota 143 punti base con un rendimento all'1,98%.
PETROLIO AI MINIMI DAL 2009. Il petrolio ha chiuso in calo a New York, dove le quotazioni perdono il 2,17% a 53,52 dollari al barile, il livello più basso dal 2009.

17.33 - MILANO CHIUDE A -1,15%. Seduta negativa per la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dell'1,15% a 19.130 punti, abbondantemente sopra i minimi di giornata.

16.38 - MILANO LIMITA PERDITE, MALE LE BANCHE. L'ultimo dato macroeconomico della giornata (l'indice manifatturiero Usa di dicembre secondo la Fed di Dallas) ha contribuito al progressivo contenimento delle perdite di Piazza Affari: l'indice Ftse Mib ha ceduto l'1,4%, con Unicredit e Intesa in calo del 3% a guidare i ribassi sulle tensioni dei titoli di Stato italiani. Male anche Enel (-2,5%), tiene il lusso con Yoox, Luxottica e Moncler poco sopra la parità.

16.34 - ATENE CHIUDE A -3,91%. La Borsa di Atene ha chiuso in ribasso registrando un -3,91%, con l' Indice Generale a 819,81 punti. A metà giornata Atene aveva perso fino ad oltre 11 punti, viste le incertezze politiche legate alle elezioni in calendario a fine gennaio.

15.43 - ATENE LIMA CALO, MILANO MIGLIORA. L'avvio di Wall street migliora leggermente l'intonazione delle Borse europee dove prevalgono i dubbi legati alla situazione politica greca.
Con Atene (-4%) che in chiusura ha tentato fisiologicamente di limitare le perdite, Milano (Ftse Mib -2%) e Madrid restano i più deboli tra i mercati principali sulla tensione dei titoli di Stato e la debolezza delle banche (Unicredit -3,5%). Tengono le altre Borse: Francoforte -0,7%, Parigi -0,5%, mentre Londra si muove poco sotto la parità.

15.34 - WALL STREET NEGATIVA. Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,06% a 18.043,56 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,11% a 4.802,49 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0,05% a 2.087,62 punti.

14.29 - MILANO CALA A -2,28%. Il fallimento del terzo tentativo di eleggere il nuovo capo dello Stato greco affonda le piazze di Atene (-6,66%), Milano (-2,28%) e Madrid (-2%). Più cauta Lisbona (-1,45%), mentre il rischio di voto anticipato nell'Ellade non sembra pesare troppo su Francoforte (-0,89%), Parigi (-0,73%) e soprattutto Londra (invariata) grazie allo sprint dei titoli estrattivo-minerari dopo il rialzo di greggio e metalli preziosi. Negativi i futures Usa, in attesa dell'indice manifatturiero della Fed di Dallas.

11.59 - MILANO (-2,2%) E ATENE (-11,5%) CROLLANO. Il flop del terzo turno per l'elezione del Capo dello Stato in Grecia spaventa gli investitori, che premono su Milano (Ftse Mib -2,26%) ed Atene (-11,5%). Il timore di un voto anticipato con la vittoria del partito antiausterità Syriza frena gli altri listini periferici, da Madrid (-2,15%) a Lisbona (-1,5%), mentre contengono il calo Francoforte (-1,19%), Parigi (-0,9%) e Londra (-0,26%).

11.30 - LO SPREAD SALE A 140 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund risale a quota 140 punti base in scia alle tensioni per le presidenziali in Grecia. Il rendimento del decennale italiano è all'1,98%.

9.45 - EUROPA FIACCA, MILANO A -0,5%. Borse europee fiacche dopo il ponte natalizio. Positive Londra (+0,12%) e Parigi (+0,09%), deboli Madrid (-0,63%), Milano (-0,5%) e Francoforte (-0,33%). Gli occhi degli investitori sono puntati su Atene (-1,43%), al terzo ed ultimo tentativo di eleggere il Capo dello Stato, con il rischio di voto anticipato in caso di fallimento. Positivi i futures su Wall Street in attesa dell'indice Fed di Dallas sull'attività manifatturiera nazionale. Deboli Daimler (-0,8%) e Renault (-0,39%).

9.34 - MILANO PEGGIORA: -0,79%. Piazza Affari peggiora dopo un'apertura in lieve calo. Il Ftse Mib cede lo 0,79% a 19.206 punti e l'intero paniere si tinge di rosso a parte UnipolSai e Luxottica (+0,4% entrambe), Saipem (+0,33%) e Tenaris (+0,08%). Scivolano Eni (-1,74%), maglia nera del paniere, Bpm (-1,37%, Bper (-1,36%), Unicredit (-1,18%), Mediolanum (-1,32%) e Intesa (-1,12%). Tra i titoli del paniere generico sprint di Seat (+7,41%), deboli invece Stefanel (+3,03%), Fincantieri (-2,22%) e Mondadori (-1,95%).

9.31 - PARIGI APRE POSITIVA: +0,14%. La Borsa di Parigi apre positiva: l'indice Cac 40 guadagna lo 0,14% a 4.301,66 punti.

9.28 - LONDRA APRE IN RIALZO: +0,6%. La Borsa di Londra apre in rialzo dello 0,6% con l'indice Ftse-100 a 6.650,85 punti.

9.09 - PIAZZA AFFARI DEBOLE IN AVVIO: -0,03%. Avvio di seduta in lieve calo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib cede lo 0,03% a 19.344 punti. Positive Saipem (+1,22%) e Tenaris (+0,48%), deboli invece Ferragamo (-0,98%), Mediaset (-0,57%) e Campari (-0,48%).

Correlati

Potresti esserti perso