Europa Quotidiano 140712161818
EDITORIA 29 Dicembre Dic 2014 1115 29 dicembre 2014

Europa: lascia Menichini, giornale nella mani del Pd

Il cdr: «Traditi gli impegni presi». L'ex direttore: «Poteva esser fatto di più».

  • ...

La prima pagina del quotidiano 'Europa'.

Rivoluzione per la testata Europa, acquisita come annunciato a novembre direttamente dal Partito democratico.
L'aspetto più rilevante, secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano.it, è la decisione di sostituire gran parte dei giornalisti che ci lavorano con quelli attualmente in forze a Youdem per curare la comunicazione del partito.
MENICHINI DIMISSIONARIO. La denuncia del comitato di redazione è chiara: «Europa cambia pelle e giornalisti. Nel mantenere l'impegno assunto a metà novembre di acquisire la testata di Europa, il Partito democratico ha tuttavia deciso di proseguire le pubblicazioni con un'altra redazione».
In contemporanea al comunicato, è stato pubblicato anche l’ultimo editoriale del direttore, Stefano Menichini, che ha annunciato il suo addio.
Una decisione che per i giornalisti di Europa «tradisce gli impegni assunti» a novembre, quando il partito aveva dihciarato di voler rilevare la testata, in crisi da tempo.
EUROPA RIMANE ONLINE. Nel suo ultimo editoriale Menichini ha spiegato che «Europa rimane online, cambia molte cose ma non si spegne e questo era l’obiettivo più importante alla fine di un 2014 che ci ha visto più volte sull'orlo della chiusura».
La testata, ha spiegato, «è ormai di proprietà della Fondazione Eyu, promossa e posseduta dal Pd, che vuole continuare a tenere Europa digitale in vita ma ha pochissimi soldi per farlo».
FRECCIATA A RENZI. Per il futuro della testata Menichini ha ribadito che «la scelta del direttore per questa nuova fase spetterà alla proprietà, non sarebbe né utile, né giusto , né possibile che io fossi della partita».
Poi una frecciata al premier: «Penso che soprattutto nell'arco del 2014 (l'anno del Pd di Renzi) si sarebbe potuto fare di più e meglio per la sorte del giornale che tutti, a torto o a ragione, considerano il giornale del Pd di Renzi».
SOLIDARIETÀ SU TWITTER. Dopo l'annuncio di Menichini il mondo di Twitter ha fatto sentire la sua vicinanza alla testata e al direttore. Menichini ha risposto a tutti dicendo «grazie a tutti, è un grande sollievo».

Anche se @weuropa non chiude, quello che sta succedendo è davvero molto triste. Finisce una bella storia @smenichini @frondolino @mariolavia

— Myrta Merlino (@myrtamerlino) December 29, 2014

Per quanto sbagliata sia la soluzione @weuropa, fatemi dire che i colleghi @YouDem e @pdnetwork sono ottimi giornalisti e non vanno sminuiti

— stefano menichini (@smenichini) December 28, 2014

Tweet riguardo #weuropa

Correlati

Potresti esserti perso