Economia 30 Dicembre Dic 2014 1955 30 dicembre 2014

Piazza Affari termina in negativo: -0,62%

  • ...

Piazza Affari Piazza Affari termina l'ultima seduta del 2014 in calo con scarsi volumi e movimenti scarsamente significativi e in gran parte dettati da sistemazioni di fine anno. Sui mercati europei pesa l'incertezza per le elezioni anticipate in Grecia e i nuovi minimi dei prezzi del petrolio ma la borsa milanese si comporta meglio delle altre piazze europee grazie alla tenuta dei bancari dopo le perdite della vigilia. L'indice FTSE Mib cede lo 0,62% a 19.011,96 punti mentre l'Allshare chiude a -0,58% a fronte di perdite di oltre un punto percentuale di Londra, Francoforte e Parigi. Volumi vacanzieri a poco oltre un miliardo di euro. IL BILANCIO DEL 2014. Il 2014 si chiude per Piazza Affari con un saldo lievemente positivo, frutto della buona performance del primo trimestre poi quasi annullato dagli andamenti negativi dei trimestri successivi, soprattutto l'ultimo. Nell'anno il FTSE Mib ha guadagnato lo 0,29%, dopo una perdita dell'8,9% registrata dell'ultimo trimestre e un -13,2% negli ultimi nove mesi. Milano fa peggio di Francoforte che archivia l'anno con +2,7% e Madrid (+3,8%) ma meglio di Londra (-3% circa, domani sarà aperta per metà giornata), e Parigi (-1,2%). La seduta si segnalano, tra i bancari, i movimenti positivi di Banco Popolare (+1%) e Mps (+0,8%) che però indossa la maglia nera dell'indice FTSE Mib per il 2014 con una performance negativa per oltre il 57%. L'indice dei bancari italiani, pur avendo un bilancio annuale positivo per circa il 6,9%, presenta un saldo negli ultimi nove mesi negativo per il 21% e negli ultimi tre mesi per il 10,7%. IN CALO I PETROLIFERI: SAIPEM -2%. Tra i petroliferi Saipem cede oltre il 2% dopo la notizia dell'uscita della controllante Eni da South Stream. Nel 2014 Saipem ha lasciato sul terreno oltre il 43%. Debole anche Eni (-1,4%) che soffre l'andamento dei prezzi del greggio. In calo anche Fiat-Chrysler (-1,29%). Pesa qualche realizzo sul titolo che nel 2014 segna la migliore performance del FTSE Mib con +61,5%. Bene WDF in rialzo dell'1,6% dopo la notizia che, secondo quanto detto da alcune fonti a Reuters, la famiglia Benetton, azionista di maggioranza, è pronta a scendere sotto il 30% del capitale del gruppo per facilitare un'aggregazione con un partner industriale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso