Borsa Milano 130711092314
MERCATI FINANZIARI 13 Gennaio Gen 2015 0945 13 gennaio 2015

Borsa: Piazza Affari e spread live del 13 gennaio 2015

Chiusura positiva a Piazza Affari: +1,96%. Spread sotto 130 punti.

  • ...

La Borsa di Milano.

Seduta positiva per Piazza Affari il 13 gennaio. L'indice Ftse Mib ha chiuso la giornata con un guadagno dell'1,96% dopo aver aperto in calo dello 0,54% e aver passato tutta la mattina tra alti e bassi, prima di virare nettamente in positivo nel pomeriggio.
In rialzo Fca, Saipem (in rimbalzo dopo il tonfo della vigilia), Tod's e Carige, molto bene Telecom.
Il calo delle quotazioni del greggio, sceso sotto quota 45 dollari a barile, ha frenato invece Tenaris ed Eni.
SPREAD SOTTO I 13O. Spread in calo a 130 dopo un'apertura a 133,1 punti, in linea con i valori della chiusura del 12 gennaio.

17.33 - MILANO CHIUDE A +1,96%. Piazza Affari ha chiuso in netto rialzo. Il Ftse Mib ha segnato un +1,96% a 18.708 punti.

17.02 - WALL STREET ACCELERA. Wall Street ha accentuato il rialzo con il Dow Jones che ha guadagnato l'1,40% e il Nasdaq l'1,75%. In corsa anche l'indice S&P500 che è salito dell'1,26%.

16.26 - ATENE IN NETTO RIALZO. La Borsa di Atene ha chiuso in netto rialzo, registrando un +3,26%, con l'Indice Athex a 835,40 punti.

16.21 - MILANO MAGLIA ROSA IN EUROPA. Borse europee di gran passo in scia a una Wall Street estremamente tonica. L'indice d'area Stoxx 600 è salito di quasi un punto e mezzo. Maglia rosa è stata Milano con il Ftse Mib a +2,19%. Eccellenti Tod's (+5,23%), Saipem (+5%), Telecom (+4,6%). Tra le altre Piazze Parigi è salita dell'1,66%, Francoforte dell'1,74%, Madrid dell'1,76%. Mentre è rimasta cauta Londra (+0,66%). A livello settoriale in evidenza in particolare auto (+2,46%), tlc (+2,02%) e banche (+2,01%). Lo spread tra btp e bund è sceso sotto i 130 punti.

15.41 - MILANO BALZA A +2,08%. Piazza Affari strappa con il Ftse Mib che guadagna il 2,08% a 18.730 punti. A correre in particolare sono Saipem (+5,07%), Tod's (+5,16%), Yoox (+4,9%), Telecom (+4,27%). In luce anche le banche: Bpm (+3,4%), Unicredit (+3,26%), Intesa Sanpaolo (+2,58%).

14.27 - MILANO +1,3%, BENE FUTURES USA. Borse europee positive da Milano (+1,3% a 18.585 punti) a Parigi (+1,28%), Madrid (+1,27%) e Francoforte (+1,21%). Più lenta Londra (+0,45%). Positivi i futures Usa in attesa di dati sulla fiducia delle piccole imprese, previsti in rialzo, e del deficit pubblico di dicembre, atteso a 3 miliardi di dollari. Con il greggio sotto a 45 dollari a barile frena Tullow Oil (-5,17%), riducono il calo Bp (-0,57%) ed Eni (-0,44%), corrono le auto con Peugeot (+3,5%) e Fca (+2,46%).

12.56 - MILANO ACCELERA CON TOD'S E TELECOM. Piazza Affari accelera (Ftse Mib +1% a 18.531 punti) e si conferma regina d'Europa spinta da Tod's (+4,55%) e Telecom (+3,7%), con il dossier Brasile. In luce Yoox (+3,62%) ed Fca (+2,06%), dopo il ripristino della raccomandazione 'overweight' da parte di Barclays, nuovamente ottimista sul titolo.
Bene anche Campari (+2,35%), dopo che Goldman ha ritirato la raccomandazione di vendere. Tenta il rimbalzo Saipem (+1,73%), mentre lo fallisce Carige (+0,33%). Riduce il calo Eni (-0,58%)

11.45 - PIAZZA AFFARI RAFFORZA IL RIALZO, +0,8%. Hanno consolidato il rialzo le Borse europee dopo due ore e mezza di contrattazioni. Milano (+0,8%) si è portata in testa davanti a Parigi, Francoforte e Madrid (+0,6%) da ultima che era, mentre Londra (+0,4%) è più cauta. Gli acquisti hanno premiato il comparto auto da Peugeot (+2,74%) a Fca (+1,38%) e Renault (+1,38%), dopo i dati sulle vendite in Cina e con il Salone di Detroit in corso. Sprint per i media Itv (+3,15%) e Lagardere (+2,53%) e per i chimici Arkena (+3,66%) e Bayer (+1,78%).

10.40 - MILANO POSITIVA. Piazza Affari ha invertito di nuovo la rotta e si è riportata in rialzo (Ftse Mib +0,34%) dopo un'ora e mezza di scambi. Ha ridotto il calo Eni (-1,1%), che aveva contribuito a frenare il listino insieme a Tenaris (-1,58%), mentre Saipem (+2,29%) e Carige (+3,91%) si sono rifatte del tonfo della vigilia. Nel primo caso ha aiutato il divieto di vendite allo scoperto disposto dalla Consob. Exploit di Telecom (+2,66%) sul dossier Brasile e all'indomani del Bond da 1 miliardo con rendimento ai minimi.

10.26 - MILANO ANCORA IN CALO. Piazza Affari si è confermata in calo dopo un'ora di scambi (Ftse Mib -0,3% a 18.298 punti) con Eni debole (-2%) a seguito del prezzo del greggio sotto quota 45 dollari a barile. Hanno frenato anche Tenaris (-1,84%), Buzzi (-0,99%) e Prysmian (-0,94%), mentre sono rimbalzate Saipem (+2,94%), favorita dal divieto Consob di vendite allo scoperto, e Carige (+4,24%) dopo il tonfo della vigilia. Acquisti su Telecom (+2,19%), con il dossier Brasile e Fca (+1,28%), spinta dagli analisti di Barclays.

9.56 - EUROPA IN LIEVE RIALZO, MILANO NO. Borse europee in lieve rialzo tranne Milano (-0,23%), piuttosto nervosa e indecisa tra segno positivo e negativo. Londra e Madrid (+0,4% entrambe) hanno preceduto Francoforte e Parigi, in rialzo di circa lo 0,1% entrambe. Positivi i futures Usa in attesa di un rialzo della fiducia delle piccole aziende americane e del deficit pubblico di dicembre, previsto a 3 miliardi di dollari. Il calo del greggio sotto 45 dollari ha frenato i petroliferi Omv (-3,04%), Tullow (-1,73%) e Total (-1,37%).
I dati sulle vendite di auto in Cina hanno invece favorito Peugeot (+1,98%) e Fca (+1,87%), su cui gli analisti di Barclays hanno rilanciato la raccomandazione 'overweight' (acquistare oltre il peso del listino sul paniere). Bene anche Renault (+1,18%). Sono saliti i media con Itv (+3,34%), dopo la raccomandazione 'outperform' di Bernstein, e Mediaset España (+1,06%), mentre si è mosso con più cautela il Biscione in Piazza Affari (+0,55%).

9.50 - ATENE IN NEGATIVO. La Borsa di Atene ha aperto oggi quasi invariata registrando un -0,06%, con l'Indice Athex a 808,51 punti.

9. 35 - EUROPA LENTA. La Borsa di Londra ha aperto invariata con l'indice Ftse-100 a 6.495,6 punti. Situazione simile a Francoforte, in calo dello 0,1% con l'indice Dax a 9.770.7 punti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso