Economia 13 Gennaio Gen 2015 1653 13 gennaio 2015

Piazza Affari ha chiuso in rialzo +1,96%

  • ...

Piazza Affari a Milano Pur chiudendo sotto i massimi di seduta, Piazza Affari archivia una giornata positiva beneficiando dei rimbalzi delle altre piazze europee e di Wall Street dopo che alcuni dati macro europei hanno rafforzato la necessità per la Bce di agire con un quantitative easing.  L'entusiasmo per le future mosse della banca centrale è tuttavia "raffreddato" dai nuovi cali del greggio, oggi sui minimi di sei anni dopo che gli Emirati Arabi hanno ribadito il no dei paesi Opec a un taglio della produzione. L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dell'1,96%, l'Allshare dell'1,88% ma in seduta entrambi hanno superato +2%. Volumi per 2,57 miliardi di euro circa. In linea Parigi e Francoforte, un po' indietro Londra. CORRONO I BANCARI. Ben comprate le banche con lo stoxx italiano a +2,41% e quello europeo a +1,71%. Resta al palo però Mps, poco mossa. Il mercato attende sviluppi da Bruxelles in vista dell'incontro dei vertici previsto tra qualche giorno con i funzionari Bce. OCCHI SU TELECOM. Telecom Italia beneficia delle iniziative avviate per il riacquisto di alcuni bond in circolazione e l'emissione di un nuovo con cedola al 3,33%, la più bassa nella storia della società. Nei prossimi due anni andranno a scadenza circa 6 miliardi cumulati di debito di cui 3,8 miliardi di bond. "Se si confermassero le attuali condizioni favorevoli del mercato Telecom potrebbe produrre risparmi al terzo anno per oltre 50 milioni",  osserva un broker. BENE FIAT-CHRYSLER. Denaro con buoni volumi su Fiat Chrysler grazie alle notizie positive provenienti dal Salone dell'Auto di Detroit. A quelle di ieri già messe in evidenza da alcuni broker nei report odierni (dai risultati del 2014 in linea con la guidance alla presentazione del primo nuovo modello Alfa Romeo quest'anno) si sono aggiunte oggi le dichiarazioni dell'amministratore delegato Sergio Marchionne sul possibile pareggio operativo in Europa quest'anno e un report di Fitch che vede un'integrazione con Psa. Stoxx di settore a +2,33%. Saipem recupera parzialmente le perdite di ieri grazie anche allo stop alle vendite allo scoperto disposto per la seduta odierna da Consob. VOLANO I TITOLI DEL LUSSO. I buoni risultati di Breunello Cucinelli (+4,71%) stimolano acquisti su tutto il comparto lusso e su titoli come Ferragamo, Tod'S e Yoox. Saras guadagna oltre 7% grazie al forte miglioramento del margine di raffinazione benchmark legato al calo del greggio e su attese di un ritorno all'Ebitda positivo in questo segmento.

Correlati

Potresti esserti perso