Paolo Scaroni 141002215324
INDAGINI 17 Gennaio Gen 2015 0842 17 gennaio 2015

Inchiesta Saipem, Scaroni: «Tangenti all'Algeria»

Scaroni, ex ad Eni, intercettato conferma a Passera le mazzette da Saipem all'Algeria.

  • ...

Paolo Scaroni.

Eni, Saipem e le tangenti in Algeria. Un caso che continua a portare novità, e l'ultima di questa riguarda l'ex amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, intercettato dalla Procura di Milano nel 2013.
Scaroni era al telefono con l'allora ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, al quale ha ammesso di sospettare - così come la procura - un giro di tangenti destinate a qualche politico algerino, senza «sapere bene a chi».
Come ha riportato il Corriere della Sera,
LA COMMISSIONE DA 190 MILIONI. Scaroni racconta all'ex ministro di come Eni abbia prima messo un direttore finanziario in Saipem per controllare i conti, poi abbia messo un nuovo amministratore al vertice dell'azienda.
«Improvvisamente scopriamo», riporta il Corriere nell'intercettazione, «anzi scopre la magistratura, non noi... scopre la Procura di Milano che la Saipem nel 2007 aveva firmato un contratto di agenzia con una società di Dubai, dandole una certa percentuale... non so, il 2% o 3% per tutte le commesse in Algeria. Sulla scorta di questo contratto, gli han pagato 190 milioni di commissioni...».
Poi Scaroni sulle tangenti sottolinea: «Noi come Eni siamo fuori da queste cose». E prende le distanze da Tali: «Nel frattempo ha preso un avviso di garanzia, ha avuto la perquisizione».
GLI INCONTRI RISERVATI DI SCARONI. Ma secondo quanto emerso, Tali organizzava gli incontri riservati di Scaroni con il ministro dell'Energia algerino Chekib Khelil, e con il mediatore Farid Bedjaoui.
In una mail Scaroni chiedeva a Tali persino se a un incontro con Farid fosse meglio andare «da solo o con Cao», e Tali concedeva che, prevedendo argomenti «non particolarmente riservati, secondo me ci può essere anche Cao».
«Rilevo», ha commentato Cao, «che c’erano rapporti diretti tra Scaroni e Tali, che nella sostanza mi bypassavano su questioni di competenza della mia divisione».

Correlati

Potresti esserti perso