Borsa Spread Piazza 121126092455
MERCATI 21 Gennaio Gen 2015 0854 21 gennaio 2015

Borsa, Piazza Affari e spread live del 21 gennaio 2015

Milano +1,64%. Volano le banche popolari, destinate a trasformarsi in spa: Etruria e Lazio +27%. Differenziale Btp-Bund in salita a 125 punti.

  • ...

Un operatore di borsa.

Seduta in netto rialzo per Piazza Affari il 21 gennaio. Il Ftse Mib, debole per tutta la mattinata, ha invertito la tendenza nel pomeriggio e chiuso le contrattazioni a +1,64% a 19.981 punti.
In particolare sono volate le banche popolari destinate a trasformarsi in Spa. Maglia rosa alla Popolare Etruria e Lazio (+27,28%), davanti alla Popolare di Sondrio (+11,2%) e al Creval (+10,9%). Tra i big il Banco Popolare (+9,8%) precede Bpm (+3,6%), Bper (+3,2%) e Ubi (+3%).
SPREAD A 125 PUNTI. Il tasso del Btp è salito all'1,74% dall'1,65% dell'apertura, in un mercato cauto come dimostra il generalizzato rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato dell'area euro, incluso quello del Bund (+4 punti base allo 0,49%). Lo spread tra i decennali italiani e tedeschi si è allargato a 125 punti base.
TOKYO NEGATIVA. Mercati asiatici a più velocità nel giorno in cui la Banca centrale giapponese ha tagliato le stime sull'inflazione in scia al calo del petrolio e rinviato l'approvazione di nuove misure di allentamento. La decisione ha frenato la Borsa di Tokyo che ha ceduto lo 0,49% mentre sul fronte valutario si è vista una parziale ripresa dello yen sul dollaro. Per gli altri listini, da Shanghai a Hong Kong, la seduta è stata invece positiva.

17.57 - VOLANO LE BANCHE POPOLARI IN BORSA. Volano in borsa le popolari destinate a trasformarsi in spa. Maglia rosa alla Popolare Etruria e Lazio (+27,28%), davanti alla Popolare di Sondrio (+11,2%) e al Creval (+10,9%). Tra i big il Banco Popolare (+9,8%) precede Bpm (+3,6%), Bper (+3,2%) e Ubi (+3%).


16.09 - EUROPA GIRA IN RIALZO, MILANO SEGNA +0,16%. Le Borse europee cambiano passo e girano in rialzo con le ipotesi di Qe da 50 miliardi al mese fino al 2016. L'indice d'area Stoxx 600 sale di quasi mezzo punto. Maglia rosa è Londra (+1,08%) seguita da Parigi (+0,5%) Poco sopra il quarto di punto Madrid mentre è negativa Francoforte (-0,14%). Milano, con il Ftse Mib, segna un +0,16% con l'evidenza del Banco Popolare (+5,9%) e Saipem (+4,87%). Popolare Etruria, rientrata agli scambi, sale del 16,35 per cento.

13.32 - MILANO GIRA IN CALO: 0,15%. Piazza Affari inverte la rotta e gira in calo in scia al resto delle Borse europee. Il Ftse Mib cede lo 0,15% a 19.633 punti. Giù A2a (-4,38%) con Goldman Sachs che ha abbassato il prezzo obiettivo. Vendite poi su Yoox (-2,37%), Gtech (-1,67%), Intesa Sanpaolo (-1,79%). Proseguono gli acquisti sulle popolari dopo il via libera del Governo alla riforma che punta a trasformarle in Spa. Corre Banco Popolare (+4,19%), seguita da Bper (+2,61%), in asta Etruria con un teorico +19 per cento.

11.47 - EUROPA CAUTA, MILANO PIATTA. Prosegue cauta la seduta sulle Borse in Europa. Londra sempre in rialzo (+0,66%). Parigi cede lo 0,43%, Francoforte lo 0,29% e Milano oscilla intorno alla parità (+0,03%). L'attenzione degli investitori è rivolta al meeting della Bce del 22 gennaio e dopo il rimbalzo dei giorni scorsi ora gli operatori si attendono le prese di beneficio.

10.14 - MILANO FRENA CON L'EUROPA. Piazza Affari azzera i guadagni in scia alla partenza debole delle Borse europee. I mercati europei, dopo quattro giorni di rialzi in vista della riunione della Bce che potrebbe varare il Quantitative easing, sembrano preferire la strada dei realizzi. La peggiore piazza è quella di Francoforte che perde quasi mezzo punto percentuale. L'unica controcorrente è Londra (+0,50%), mentre Milano segna un -0,02%. Riducono i guadagni le banche popolari coinvolte dalla riforma Renzi dopo un avvio boom.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso