Weidmann 130313021016
ECONOMIA 23 Gennaio Gen 2015 1630 23 gennaio 2015

Piano Bce, scontro Weidmann-Visco

Il presidente della Bundesbank: «L'acquisto titoli di Stato frena le riforme». Bankitalia: «Per Roma e Parigi rimangono impegni».

  • ...

Jens Weidmann, presidente della Bundesbank.

Botta e risposta tra Bundesbank e Bankitalia sul piano di Mario Draghi.
La critica è arrivata dalla Bundesbank, oppositrice dell'operazione di quantitative easing voluta dal presidente Bce.
A lanciare l'attacco il presidente Jens Weidmann sulla Bild: «È chiaro: gli acquisti riducono la pressione sulla necessità di proseguire nelle riforme anche su Paesi come Italia e Francia, ma è pericoloso non portare avanti il percorso delle riforme».
VISCO: «IMPEGNI NON SI RIDUCONO». Pronta la replica del governatore di Bankitalia Ignazio Visco: «Non sono d'accordo con Weidmann, il Qe non riduce gli impegni di Roma e Parigi».
Berlino e i restanti Paesi europei restano quindi fermi su due posizioni sensibilmente diverse. Non scema, nonostante l'endorsment di Angela Merkel, lo scetticismo della Germania che nella sua ala più intransigente, interpretata da Weidmann, mette in guardia dai rischi che comporterà l'intervento della Bce.
BCE: «CI GUADAGNA ANCHE LA GERMANIA». Gli acquisti di bond lanciati dalla Bce produrranno «redditi da operazioni monetarie» che verranno girati alle banche centrali nazionali e potrebbero persino aiutare i bilanci pubblici.
A stabilirlo il trattato Bce. Anche la Germania ci guadagnerà: realizzerà, ha spiegato una fonte bancaria, un quarto del 'monetary income' complessivo.
«PIANO COMPORTA RISCHI». Ma Weidmann ha ancora sottolineato: «Il programma di acquisto di titoli di Stato da parte della Bce non è uno strumento come gli altri. Comporta dei rischi». Secondo l'economista tedesco potrebbe essere messa a repentaglio la solidità dei bilanci. «Potrebbe crescere la pressione politica su di noi, per mantenere a lungo basso il peso dei tassi», ha ribadito Weidmann.
HOLLANDE: «QE CI SPINGERÀ A FARE DI PIÙ». Di tutt'altra opinione la Francia. «La Bce è riuscita nell'obiettivo di limitare la discesa dell'inflazione, con una misura importante, decisa per un lungo periodo e capace di gettare liquidità nel sistema», ha detto il presidente François Hollande, ribadendo come il Qe «ci spingerà a fare di più su lavoro e crescita».

Correlati

Potresti esserti perso