Economia 23 Gennaio Gen 2015 1244 23 gennaio 2015

Visco: Ue lontana da target inflazione

  • ...

Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco L'Unione europa è «molto lontana» dagli obiettivi di inflazione. Lo ha dichiarato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco in un'intervista a Davos a Bloomberg tv. Visco ha, quindi, spiegato che «non c'è una buona deflazione». «RISCHI DA CONDIVIDERE». «Dobbiamo condividere i rischi», ha aggiunto, sottolineando come «il piano della Bce mostri determinazione» e confermando che all'interno del board ci sono state «discussioni su quando iniziare gli acquisti». «In ogni caso» - ha spiegato - il Qe «funzionerà nella pratica». E, ha concluso Visco, avrà una «conclusione aperta». Mentre le norme sulla trasformazione in Spa delle Banche Popolari, varate dal governo, hanno l'obiettivo di «migliorare la governance e la trasparenza e l'operatività di grandi banche a livello locale». PADOAN: SEGNALE IMPORTANTE  La Bce ha dato «un segnale molto importante nel momento giusto», ha detto il ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan, in un'intervista all'Handelsblatt, all'indomani della decisione della Bce. "Questo vale anche per le dimensioni del programma di acquisti», aggiunge. «Il pericolo di una deflazione è chiaramente aumentato», secondo Padoan e il programma di acquisto dei bond «è la risposta giusta a questo rischio. Inoltre è una strategia importante per fare in Europa più crescita economica e più posti di lavoro. La decisione della Bce rientra nel suo mandato», ha detto ancora Padoan all'Handelsblatt. A una domanda sui timori per l'inflazione che segnano una costante in Germania, il ministro ha poi risposto: "con tutta la comprensione per le preoccupazioni in Germania, al momento il pericolo di una deflazione è un problema molto più grande».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso