Governatore Bankitalia Ignazio 140328125018
ECONOMIA 24 Gennaio Gen 2015 0800 24 gennaio 2015

Qe, Ignazio Visco: «Grazie alla Bce sarà più semplice fare le riforme»

Il governatore della Banca d'Italia: «Avrei preferito una condivisione dei rischi. Ma la manovra è ampia».

  • ...

Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco.

Ignazio Visco non ha dubbi: la manovra della Banca centrale europea (Quantitative easing) non frenerà le riforme.
«La minore incertezza che deriverà dal Qe», ha affermato il 24 gennaio il governatore della Banca d'Italia a La Stampa, «porrà le basi per rendere meno costosa la realizzazione delle riforme, attualmente frenate dalle condizioni cicliche avverse».
Ignazio Visco avrebbe comunque preferito «una piena condivisione dei rischi, coerentemente con l'obiettivo di ridurre ulteriormente la frammentazione finanziaria dell'area».
La rilevanza della questione della condivisione dei rischi «è comunque ridotta dalle scelte compiute sulla notevole ampiezza della manovra e sulla sua immediata attuazione».
Inoltre «non bisogna dimenticare che l'operazione è open-ended», finché «l'inflazione non sarà in linea con l'obiettivo».
UN RISULTATO POLITICO. Il numero uno di Bankitalia ha sottolineato poi il risultato politico: è stato riconosciuto «all'unanimità che questi acquisti sono uno strumento di politica monetaria. E l'ampia maggioranza del Consiglio direttivo ha ritenuto di utilizzarli da subito». In merito ai possibili rischi per la Banca d'Italia, Ignazio Visco ha chiarito che «ne terremo conto accantonando maggiori riserve».
Infine, sulle reazioni tedesche, l'economista si è detto sicuro che «i leader politici tedeschi spiegheranno ai cittadini il senso delle decisioni prese e le loro implicazioni positive. La caduta dei prezzi è un fenomeno dell'area euro; i membri del Consiglio direttivo non rappresentano i singoli Paesi, ma agiscono nell'interesse dell'intera area».

Correlati

Potresti esserti perso