Borsa 140525224737
MERCATI 26 Gennaio Gen 2015 0900 26 gennaio 2015

Borsa: Piazza Affari e spread live del 26 gennaio 2015

Piazza Affari chiude in rialzo: +1,15%. Bene anche Francoforte. Netto ribasso per Atene, che perde il 3,2%.

  • ...

Operatori in Borsa davanti ai monitor.

La Borsa di Milano chiude in rialzo (+1,15%) e senza grande apprensione per l'esito delle elezioni in Grecia, dopo che la vittoria di Syriza nelle elezioni ha reso nervose le principali Borse del Vecchio Continente, che solo nel pomeriggio sono riuscite a girare in positivo dopo una mattinata difficile. L'indice Ftse Mib è salito dell'1,15% a 20.756 punti.
Corre Fca (+3,74%) grazie al minieuro e in attesa dei conti di mercoledì. Vivaci, sempre grazie al super dollaro, anche Tod's (+4,23%) e Yoox (+4,33%).
IN CALO TUTTA EUROPA. L'indice paneuropeo Euro Stoxx ha guadagnato lo 0,33%, Parigi è avanzata dello 0,16%, mentre Francoforte ha segnato un progresso dello 0,69%. Solo Londra (-0,36%) è rimasta negativa.
IN CALO LO SPREAD. Avvio di settimana in calo per lo spread tra Btp e Bund e per i tassi del titolo decennale italiano che venerdì 23 gennaio avevano toccato i minimi storici sotto l'1,5%. Il differenziale ha toccato i 114 punti contro i 116 dell'ultima chiusura, con rendimento a 1,50%.
ORO, SALE IL PREZZO. Dopo la vittoria di Syriza in Grecia, sono tornate a crescere anche le quotazioni dell'oro. Sulle speculazioni pesa l'ipotesi che Atene voglia rinegoziare i termini del suo debito: il lingotto con consegna immediata, ha guadagnato lo 0,4% e viene scambiato a 1299 dollari l'oncia.
PERDITE IN ORIENTE. Effetto «Grexit» - come l'hanno ribattezzato gli operatori - pure in Oriente: con i mercati che temono l'incertezza e lo spettro di una coalizione anti-austerity, Tokyo ha lasciato lo 0,25% e Hong Kong lo 0,07%.

18.06 - RIALZO DEL 3,7% PER FCA. Fca sotto i riflettori in Borsa, con una chiusura sui massimi dalla quotazione del gruppo in ottobre e in rialzo del 3,74% a un soffio dai 12 euro: le azioni hanno chiuso a quota 11,94.
Per il gruppo è l'ottava seduta consecutiva in positivo, in attesa mercoledì della trimestrale e del bilancio 2014, con acquisti favoriti oggi anche dagli studi di Morgan Stanley e Banca Akros che valutano il possibile impatto positivo del minieuro sui conti 2015 del gruppo.

18.01 - FRANCOFORTE +1,4%. La Borsa di Francoforte chiude in rialzo con l'indice Dax che ha guadagnato l'1,4%% a 10.798,3 punti.

17.42 - MILANO CHIUDE IN RIALZO. La Borsa di Milano chiude in rialzo. L'indice Ftse Mib sale dell'1,15% a 20.756 punti.

17.12 - DOW JONES -0,07%. Wall Street riduce le perdite. Il Dow Jones perde lo 0,07% a 17.656,19 punti. Il Nasdaq sale dello 0,09% a 4.762,01 punti mentre lo S&P avanza dello 0,02% a 2.052,17 punti.

16.25 - ATENE IN RIBASSO. La Borsa di Atene ha chiuso in netto ribasso, registrando un -3,2%, con l'Indice Athex a 813,55 punti.

16.16 - EUROPA POSITIVA. I mercati europei hanno viaggiato in rialzo, mentre a Milano l'Ftse Mib ha guadagnato lo 0,62%. L'indice paneuropeo Euro Stoxx ha guadagnato lo 0,33%, Parigi è avanzata dello 0,16%, mentre Francoforte ha segnato un progresso dello 0,69%. Ha viaggiato in negativo solo Londra (-0,36%), in rialzo Zurigo (+1,43%). Ad Atene l'Ftse/Ase ha ceduto il 5,67%. Tra i titoli in evidenza a Milano Stm (+4,12%), Wdf (+3,77%), Tod's (+3,48%) e Yoox (+2,90%). Fca è salito del 2,61%. Sono rimaste indietro Pirelli (-1,18%) e Bper (-1,04%).

15.39 - WALL STREET PARTE MALE. Apertura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,1% a 17.657,35 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,15% a 4.750,74 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0,1% a 2.049 punti.

13.15 - MILANO PIATTA A -0,1%. A metà giornata Piazza Affari e le altre Borse europee confermano il loro andamento tranquillo attorno alla parità, con le sole Atene (-2%) e Mosca (-2,4%) in tensione con i rispettivi titoli di Stato. A Milano in particolare (Ftse Mib -0,1%) bene Wdf e Fca (+3%) su report positivi. Settore del credito a due velocità (Mediobanca +1,5%, Bpm +1,2%, Carige -1,5%, Bper -1,9%), piatta Telecom, male ancora l'energia: Eni, Tenaris e Saipem perdono tutte circa un punto percentuale e mezzo.

12.15 - CALA LO SPREAD A 114. Si allenta la tensione sul mercato obbligazionario europeo, con lo spread tra Btp e Bund in calo a 114 punti base dopo il primo impatto della vittoria elettorale di Syriza in Grecia. Il rendimento del decennale italiano è all'1,50%.
Per la Grecia, spread a 828 dopo un avvio a oltre 840, con rendimento dell'8,64%.

10.47 - MILANO RECUPERA: -0,3%. Dopo un avvio in calo i mercati azionari europei a metà mattinata oscillano attorno alla parità, mostrando di aver già scontato il voto greco. La Borsa migliore è Francoforte che sale dello 0,3%, le peggiori tra le principali sono Londra (-0,2%, appesantita dalle materie prime) e Milano (Ftse Mib -0,3%) con Eni (-1,7%) e Mps (-1,3%) deboli, mentre cresce Fca (+2%). Alleggerisce le perdite Atene (-1,5%), peggiora Mosca (-2,4%) con forti tensioni sui titoli di Stato russi.

10.05 - MILANO AUMENTA LE PERDITE. Prese di profitto dopo un'ottava che aveva rappresentato la migliore in tre anni ma anche timori sui 'venti' anti austerity che arrivano dalla Grecia e sferzano i listini d'Europa, tutti in calo. Lo Stoxx Europe 600 Index cede lo 0,3% ma l'attenzione è puntata su Atene che cede il 3,2% dopo aver superato un calo del 5%. Venerdì 23 gennaio l'annuncio della Bce sulle misure di stimolo aveva spinto anche le azioni greche e l'indice Ase aveva cancellato le perdite per l'anno. Ora il mandato di Tsipras è quello di dire stop all'austerity e potrebbe preannunciare un'uscita della nazione dall'euro.
In calo anche gli altri listini in Europa con Londra che cede lo 0,6%, Parigi lo 0,25%, Francoforte lo 0,15%, Madrid lo 0,64% ma la peggiore è Milano con un calo dell'1,22%.

10.00 - GRECIA, LA BORSA A -5,6%. La Borsa di Atene ha ceduto fino al 5,6% nei primi scambi, per poi recuperare lievemente. Alle 9,50 l'indice Ase perde il 3,2% a 813,26 punti.
Fra i titoli peggiori Piraeus Bank, -12%, e Alpha Bank, -7,3%, le due banche che ricevono liquidità d'emergenza dalla Bce condizionata all'accordo con la troika.

9.40 - ATENE SUBITO IN ROSSO (-1,01%). Avvio di contrattazioni in ribasso, -1,01%, per la Borsa di Atene dopo le elezioni che hanno portato alla vittoria Alexis Tsipras; l'indice Athex segna 831,91 punti.

9.30 - PARIGI NEGATIVA (-0,37%). La Borsa di Parigi apre in negativo: l'indice Cac 40 cede lo 0,37% a 4.623,52 punti.

9.25 - FRANCOFORTE DEBOLE (-0,53%). La Borsa di Francoforte apre in negativo, con l'indice Dax che cede lo 0,53% a 10.649,49 punti

9.20 - GRECIA: SPREAD ATENE SU BUND A 840 PUNTI. Dopo un picco oltre quota 860 punti lo spread tra i titoli decennali greci e il Bund tedesco segna quota 840. Il rendimento del titolo decennale greco ha un rendimento dell'8,76%.

9.15 - MADRID APRE IN CALO (-1,1%). Avvio in calo per la Borsa di Madrid. L'Ibex-35 apre con un ribasso dell'1,1% a 10.460 punti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso