Ilva Fabrizio Arcangelo 141028151649
ACCIAIERIA 27 Gennaio Gen 2015 2058 27 gennaio 2015

Ilva, proseguono i contratti di solidarietà

Lo ha stabilito un incontro tra sindacati e commissari. Serve ora il via libera del ministero del Lavoro.

  • ...

Uno stabilimento dell'Ilva.

L'azienda dice sì alla prosecuzione dei contratti di solidarietà per i lavoratori dell'Ilva. Per avviare la misura sarà necessario il via libera del ministero del Lavoro.
Secondo quanto emerso dall'incontro a Taranto presso la sede romana della società fra i commissari e i sindacati, proseguono i contratti di solidarietà con i numeri attuali. I commissari hanno anche garantito il pagamento degli stipendi di gennaio e confermato l'impegno a trovare le risorse per i lavoratori degli appalti, su questo tema c'è attesa per la conversione in legge del decreto di dicembre che sbloccherebbe ingenti risorse per Taranto.
NECESSARIA MODIFICA AL DECRETO. Quanto ai fondi Fintecna, i commissari hanno riferito ai sindacati che per il via libera dei 150 milioni previsti è necessaria una modifica al decreto Ilva. La modifica potrebbe arrivare con gli emendamenti che devono essere presentai entro il 28 gennaio. Sempre in quella data i tre commissari andranno a Taranto e incontreranno il prefetto, il sindaco, il vescovo e i dirigenti dell'Ilva.
VERIFICHE IN CORSO SUI NUMERI DEI CONTRATTI. Marco Bentivogli della Fim-Cisl, in una nota, ha sottolineato che sui numeri dei contratti di solidarietà, «i commissari ci hanno dichiarato l'impossibilità di stimarne l'entità in quanto correlata alle verifiche in corso e al reperimento delle risorse». La Fim-Cisl quindi ha richiamato «ancora una volta il governo affinché si recuperi maggiore tempestività vista la drammaticità che si aggrava giorno per giorno dell'Ilva e del suo indotto». «L'incontro con i commissari straordinari dell'Ilva è stato positivo», ha affermato Rocco Palombella della Uilm. «È evidente - ha continuato Palombella - che andranno compiute le dovute verifiche presso il dicastero del Lavoro, ma la decisione è presa».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso