Economia 28 Gennaio Gen 2015 1032 28 gennaio 2015

Apple record con boom iPhone

  • ...

Apple Apple da record. Cupertino fa il pieno di utili con il boom dell'iPhone e chiude un primo trimestre ''incredibile'': i ricavi sono saliti a 74,6 miliardi di dollari dai 57,6 miliardi del 2013. L'utile netto è volato a 18 miliardi di dollari dai 13,1 miliardi dell'anno scorso. Risultati oltre le attese che mettono le ali al titolo Apple nelle contrattazioni after hour, dove arriva a salire del 6%. CORRONO GLI UTILI DELLA MELA MORSICATA. Apple invece macina utili, con i 74,5 milioni di iPhone venduti. Le vendite sono raddoppiate in Cina, ma gli Stati Uniti restano il primo mercato. «Vorremmo ringraziare i nostri clienti per un trimestre incredibile, che ha visto la domanda per i prodotti Apple salire a livelli mai raggiunti prima», afferma l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, sottolineando che «il nostro fatturato è cresciuto del 30% rispetto allo scorso anno, raggiungendo 74,6 miliardi dollari, e l'esecuzione dal nostro team per raggiungere questi risultati è stata semplicemente fenomenale». «Abbiamo speso oltre 8 miliardi di dollari - mette in evidenza il chief financial officer di Apple, Luca Maestri - per il nostro programma di ritorno del capitale, portando l'ammontare complessivo del ritorno di capitale ai nostri investitori a quasi 103 miliardi di dollari, di cui oltre 57 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi». YAHOO! CEDE QUOTA DI ALIBABA. Avanza deciso anche Yahoo!: nonostante utile e i ricavi trimestrali in calo, il motore di ricerca annuncia lo spin off della restante quota in Alibaba in una nuova società, SpinCo, che sarà quotata in Borsa. Yahoo! manterrà il 35,5% di Yahoo! Japan, che vale circa 7 miliardi di dollari, e la nuova societa' non assumera' alcun debito dalla transazione. Le quote in Yahoo! Japan e in Alibaba rappresentano la maggioranza del valore di mercato di Yahoo!. La mossa potrebbe consentire all'amministratore delegato, Marissa Mayer, di guadagnare tempo e mettere a tacere gli azionisti, che chiedono ritorni maggiori e risultati dopo anni alla guida senza ancora i successi sperati.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso