Borsa 140525224737
MERCATI 29 Gennaio Gen 2015 0900 29 gennaio 2015

Borsa, Piazza Affari e spread live del 29 gennaio 2015

Listini europei deboli. Milano in controtendenza a +0,56%. Differenziale Btp-Bund in ribasso sotto i 130 punti.

  • ...

Operatori in Borsa davanti ai monitor.

Borse europee deboli nella giornata di giovedì 29 gennaio con Piazza Affari in controtendenza (chiusura a +0,56%).
A Milano bene i titoli Stm (+3,16%) e Finmeccanica (+2,81%). Giù Mps (-5,39%), Bpm (-2,8%) con la Bce che ha invitato le banche che non hanno passato gli esami della Vigilanza ad essere prudenti sui dividendi.
SPREAD IN RIALZO. In rialzo lo spread fra Btp e Bund tedesco, che ha segnato 125 punti contro i 123 della chiusura precedente.
ASIA IN CALO. Mercati azionari asiatici quasi tutti in calo sulla prospettiva che la Fed confermi il rialzo dei tassi sul dollaro entro quest'anno e con il petrolio che appesantisce ancora il settore dell'energia e delle materie prime.
Tokyo ha perso l'1,06%, Hong Kong e Shanghai oltre il punto. Meglio Singapore sulla parità e Sidney che ha concluso in rialzo dello 0,3%. Negativi i futures sull'avvio delle Borse europee, che guardano alla Grecia e al comparto bancario.

19.09 - CHIUSURA IN RIALZO PER LO SPREAD. Chiusura in lieve rialzo per lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale ha segnato 125 punti contro i 123 della chiusura precedente. Il rendimento del titolo decennale italiano è pari all'1,60%.

17.35 - MILANO CHIUDE IN RIALZO A +0,56%. Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib sale dello 0,56% a 20.593 punti.

15.41 - EUROPA DEBOLE, MILANO IN CONTROTENDENZA A +0,16%. Borse europee deboli con l'indice d'area Stoxx 600 che perde un quarto di punto. Giù l'energia con Shell che ha chiuso il quarto trimestre con un utile sotto le attese. Sotto la parità Parigi e Madrid, mentre Londra segna mezzo punto di calo. Milano di contro riprende la strada del rialzo (+0,16%) con Stm (+3,16%) e Finmeccanica (+2,81%). Giù Mps (-5,39%), Bpm (-2,8%) con la Bce che ha invitato le banche che non hanno passato gli esami della Vigilanza ad essere prudenti sui dividendi.

14.18 - MILANO GIRA IN CALO A -0,14%, MALE MPS. Piazza Affari gira in negativo con il Ftse Mib che cede lo 0,15% a 20.450 punti. Proseguono le vendite su Mps (-6,11%). Giù poi l'energia con Tenaris (-3,24%), Saipem (-2,86%) ed Eni (-2,43%). Tra gli altri bancari Bpm cede il 2,52% con Hsbc che ha tagliato la propria raccomandazione a underweight. Stesso giudizio per Banco Popolare (-0,97%). Fuori dal paniere principale Carige perde l'1,11%. Sul fronte opposto corrono Stm (+2,53%), Finmeccanica (+2,6%) e Ferragamo (+2,28%).

11.45 - MILANO PIATTA DOPO L'ASTA BTP. Piazza Affari migliora dopo l'asta dei Btp con i tassi ai minimi storici: l'indice Ftse Mib, negativo dall'avvio, ondeggia attorno alla parità (+0,1%) anche grazie a un leggero rasserenamento del clima su tutte le Borse europee (Atene +2%).
A Milano sempre molto debole e nervosa dopo un altro stop in asta di volatilità Mps (-5%) ma non più sui minimi di seduta, negativa Eni (-1,7%), bene Finmeccanica e Telecom, in aumento del 2%, e anche Fca (+1,7%). Caute le banche e Mediaset (+0,4%).

11.40 DIFFERENZIALE BTP-BUND A 128 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 130 punti base, a 128 punti, dopo i risultati dell'asta del Tesoro. Il rendimento del decennale cala all'1,62%.

11.29 - ASTA BTP, TASSI AL MINIMO STORICO. Il Tesoro ha collocato tutti i 6,5 miliardi di euro di Btp a 5 e 10 anni con tassi in discesa al minimo storico. Il rendimento del decennale è sceso a 1,62% da 1,89% dell'asta di dicembre e il tasso del quinquennale è sceso allo 0,89% da 0,98% precedente. Assegnati anche Ccteu con scadenza 2020 per 1,750 miliardi al tasso dello 0,87%.

11.05 - SPREAD BTP-BUND A 130 PUNTI. Lo spread tra Btp e Bund torna sopra quota 130 punti base (132) per la prima volta da metà gennaio. Il rendimento del 10 anni italiano è in rialzo all'1,66%.

11.00 - EUROPA DEBOLE, MILANO A -0,8%. Mercati azionari europei tutti in calo sulla debolezza del settore energia e anche bancario. A parte la pesantezza del petrolio, agli operatori non piace la prospettiva che la Fed confermi il rialzo dei tassi sul dollaro entro il 2015, ma le Borse peggiori sono Madrid (-1%) e Milano (-0,8%, Mps di nuovo in asta di volatilità) con qualche tensione sui titoli di Stato dei Paesi 'periferici'. Atene si mantiene in leggera crescita (+1,5%) nonostante continui il crollo dei bond ellenici.

10.30 - MPS A -6% AL MINIMO STORICO. Dopo una sospensione in asta di volatilità, Mps è tornata agli scambi di Borsa in calo del 6% toccando il nuovo minimo storico di 0,425 euro. Dopo il forte calo di mercoledì 28 gennaio, seguente l'annullamento del divieto delle vendite allo scoperto sono molto violenti gli scambi, che in un'ora hanno ampiamente superato i 50 milioni di pezzi.

10.05 ATENE APRE POSITIVA (+2%). Prove di rimbalzo per la Borsa di Atene: dopo i pesanti cali delle prime tre sedute che hanno seguito le elezioni politiche, l'indice principale del mercato azionario segna un rialzo del 2%. Anche se rimane una forte tensione sui titoli di Stato ellenici, in Borsa sono in recupero diversi gruppi del credito: Eurobank e Alpha bank +10%, National bank of Greece +6%. Positivi anche gruppi 'pubblici' come la Pireus Port Authority, che in avvio segna un rialzo del 4%.

9.50 - MILANO DEBOLE (-0,7%). Nelle prime contrattazioni Piazza Affari, in linea con l'Europa, conferma l'intonazione negativa dell'avvio: l'indice Ftse Mib cede lo 0,7%, con tutto il comparto dell'energia in forte calo (Eni -2%) e Mps in asta di volatilità al ribasso (-6% teorico) dopo il forte calo di mercoledì 28 gennaio e l'annullamento del divieto di vendite allo scoperto. Generalmente negative le altre banche (Bpm -1,7%), positiva Telecom, che sale dell'1,4%.

9.30 - PARIGI APRE IN CALO (-0,7%). La Borsa di Parigi apre in calo. L'indice Cac 40 arretra dello 0,7% a 4.577,6 punti.

9.25 - FRANCOFORTE NEGATIVA (-0,4%). La Borsa di Francoforte apre negativa con l'indice Dax che cede lo 0,4% a 10.668,4 punti.

9.20 - LONDRA IN RIBASSO (-0,8%). La Borsa di Londra apre in ribasso con l'indice Ftse-100 che perde lo 0,8% a 6.768,5 punti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso