Disoccupati Cerca Lavoro 140121154628
CRISI 30 Gennaio Gen 2015 1017 30 gennaio 2015

Disoccupazione in calo: 12,9% a dicembre

Il dato scende sui minimi da settembre. 15-24enni dal 43 al 42% in un mese. 93 mila nuovi lavoratori.

  • ...

Due ragazzi cercano lavoro.

Il tasso di disoccupazione a dicembre è risultato in forte calo, scendendo al 12,9%, in diminuzione di 0,4 punti percentuali su novembre. Lo ha rilevato l'Istat nelle stime, spiegando come si tratti del «primo segnale di contrazione» dopo «un periodo di crescita che si è protratto nella seconda metà dell'anno». È il valore più basso da settembre e il calo più sensibile in tutta l'Ue nel mese di dicembre.
GIOVANI: MINIMO DA UN ANNO. In discesa anche il dato sulla disoccupazione dei 15-24enni, che nello stesso periodo è calata al 42%, il valore più basso da dicembre del 2013, quindi da un anno.
Solo a novembre era al 43%, la diminuzione su base mensile è quindi pari a un punto percentuale.
SALGONO GLI OCCUPATI. Gli occupati a dicembre sono tornati a salire, crescendo di 93 mila unità in un mese (+0,4%), riportandosi, dopo due cali consecutivi, a valori vicini a quelli registrati a settembre. L'Istat ha rilevato un rialzo anche su base annua, con un aumento di 109 mila occupati (+0,5%).
Una notizia celebrata su Twitter dal presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Anche il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha espresso la sua soddisfazione: «L'aumento dell'occupazione di 93.000 unità» a dicembre sul mese precedente «è sicuramente una bella notizia. Oggi siamo di fronte a uno scenario diverso», ha detto Poletti confermando la «convinzione che i primi mesi del 2015 potranno segnare una svolta», tra sgravi assunzioni e Jobs act.
CALO NON CONSOLIDATO. A riguardo i tecnici dell'Istat hanno spiegato come «il dato di dicembre interrompa il calo di occupazione avvenuto per due mesi, diminuzione che di conseguenza non si è consolidata. Così come il mese di luglio non consolidò l'aumento degli occuparti avuto ad aprile e maggio». Infatti, «sia quando cala l'occupazione sia quando aumenta non basta un'unica occorrenza» ovvero un solo dato, «ma ne servono tre consecutive, affinché si possa parlare di consolidamento».
DISOCCUPATI: CALO PIÙ FORTE DAL 2011. Di contro, il numero dei disoccupati è sceso a 3,322 milioni, in calo del 3,2% rispetto al mese precedente, ovvero di 109 mila unità. Si tratta del ribasso più forte dall'inizio del 2011. Anche se su base annua il livello è rimasto in aumento del 2,9%, pari a 95 mila persone in più in cerca di un lavoro

Articoli Correlati

Potresti esserti perso