Economia 30 Gennaio Gen 2015 1133 30 gennaio 2015

Google, ricavi a 18,1 mld (+15%), ma delude

  • ...

L’ultima trimestrale di Google ha deluso: la crescita dei ricavi durante il periodo delle feste natalizie non è bastata a soddisfare il mercato, preoccupato del rallentamento del business ormai maturo della pubblicità associata alle ricerche sul suo sito. Nel trimestre terminato il 31 dicembre scorso, il colosso di Moutain View (California) ha visto ricavi per 18,1 miliardi di dollari, in aumento del 15% dai 15,7 miliardi dello stesso periodo del 2013 ma sotto quota 18,46 miliardi attesa dagli analisti. Google ha sottolineato “forti venti contrari valutari” che si stanno facendo sentire sulla Corporate America in generale. A livello geografico, il 56% delle vendite totali è stato generato in Usa contro il 58% di 12 mesi prima Gli utili registrati sono pari a 4,76 miliardi di dollari, in rialzo da 3,38 miliardi di 12 mesi prima. PROFITTI IN CALO. I profitti per azione sono passati a 6,91 dollari da 4,95 dollari. Al netto di voci straordinarie sono saliti a 6,88 dollari da 6,70 dollari, meno dei 7,11 dollari del consensus. L’ammontare di denaro che Google riceve per ogni click effettuato sulle pubblicità proprie o ospitate sul suo sito sta diminuendo (-3% annuo) con l’aumentare dei click (+14%). CALA LA RACCOLTA PUBBLICITARIA. E’ il rallentamento della crescita del giro d’affari legato alla pubblicità che spiega il calo del 7% in borsa di Google negli ultimi tre mesi. Non bastano a sostenere i corsi azionari altri due business a rapida crescita ma ancora piccoli rispetto al motore di ricerca: YouTube e Google Play Store. Google sta spendendo pesantemente in nuove attività volte a sostenere la crescita. Nei tre mesi finali del 2014, le spese operative sono state di 6,78 miliardi di dollari, il 37% dei ricavi, contro i 5,03 miliardi, il 32% dei ricavi, dello stesso arco temporale del 2013. In particolare, le spese in ricerca e sviluppo sono balzate del 46% a 2,81 miliardi. A fine trimestre Google contava liquidità per 64,40 miliardi. Nel mondo i dipendenti a tempo pieno erano 53.600, in aumento dai 51.564 di fine settembre 2014. In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, il titolo Google aveva guadagnato lo 0,16% a 513,23 dollari. Nell’after-hours il titolo era arrivato a perdere il 2% salvo poi recuperare quota. (askanews, 30 gennaio 2015)

Correlati

Potresti esserti perso