Obama 150202070218
ESTERI 2 Febbraio Feb 2015 1742 02 febbraio 2015

Usa, Obama: «Più tasse per i ricchi per aiutare le famiglie»

Il presidente presenta la nuova finanziaria da 4 mila miliardi: «Basta austerity irragionevole, serve investire».

  • ...

Il presidente Usa, Barack Obama.

Stop all'austerity, bisogna spendere per rilanciare la middle class e le grandi opere.
Barack Obama non ha usato mezzi termini presentando la sua finanziaria per il 2016 come un'operazione di svolta.
Una manovra da 4 mila miliardi di dollari, con un punto focale: la riforma della tassazione sulle imprese e sui Paperoni d'America: da lì devono arrivare i soldi per rafforzare la classe media e rilanciare i consumi.
«NON SI SCHERZA SU SICUREZZA FAMIGLIE». Il leader Usa punta su queste risorse per infrastrutture e occupazione, già in ripresa: «Non accetterò più una legge di bilancio di meri tagli perché sarebbe un male non solo per la crescita della nostra economia, ma anche per la sicurezza».
Del resto i numeri sulla ripresa e sul calo della disoccupazione danno ragione al presidente Usa: «La mia proposta è costruita per aiutare soprattutto le famiglie americane della middle class».
La mossa del presidente sembra infatti aprire una breccia nel muro contro muro con la destra, preoccupata di non apparire come il partito dei tagli e del rigore in vista dell'inizio della campagna elettorale per le presidenziali del 2016.
DIBATTITO ANCHE A LIVELLO EUROPEO. La strategia fa capolino anche nel dibattito europeo, nel momento in cui la vittoria di Alexis Tsipras in Grecia acuisce lo scontro tra i paladini del rigore e quelli della spesa a favore dello sviluppo.
Nello specifico la manovra inviata da Obama al Congresso prevede un'aliquota del 19% sulle multinazionali che detengono profitti all'estero, più una una tantum del 14% per quelle società che riportano i capitali in patria.
AUMENTO PER TRIVELLAZIONI. Previsto anche un aumento delle royalty per le trivellazioni delle imprese petrolifere e di estrazione del gas.
Queste misure serviranno per finanziare un piano di investimenti da 428 miliardi di dollari e sgravi fiscali per la classe media da 277 miliardi di dollari, compresi due anni di college gratis per gli studenti meritevoli, un aumento degli sgravi per aumentare il salario dei lavoratori a basso reddito (estendendo la misura anche alle famiglie senza figli), credito di imposta per le famiglie con figli a carico, aumento dell'1,3% dei salari dei dipendenti federali e per i militari.
Con la manovra il deficit dovrebbe stabilizzarsi a 475 miliardi di dollari (un 2,5% del Pil), salendo a 684 miliardi entro il 2025.

Correlati

Potresti esserti perso